Thumbnail: uno sguardo su Laura Pizzarelli

THUMBNAIL1.Chi sei, da dove vieni e che musica proponi.

Mi chiamo Laura Pizzarelli, vengo da Bari e scrivo canzoni di genere pop-cantautorale-indipendente.

2.Il panorama musicale italiano aveva bisogno di te?

Io credo in quello che faccio, ma non spetta a me il compito di giudicare la mia musica. Penso inoltre sia troppo presto per fare affermazioni a riguardo. Soltanto ai posteri l’ardua sentenza.

3.Se tu fossi una meta da raggiungere con il “navigatore musicale”, quali coordinate di artisti del passato o del presente dovremmo impostare, come strada da percorrere per arrivare al tuo sound?

Sicuramente facendo riferimento ai miei ultimi lavori si dovrebbero ripercorrere le tappe del cantautorato italiano di vecchia e nuova generazione, ma non ci sono stati artisti ben precisi a codificare la mappa del mio percorso musicale. Se dicessi pochi nomi escludendone altri probabilmente vi perdereste per strada, fermandovi al primo autogrill. Ho sempre amato la possibilità di spaziare negli ascolti senza alcun vincolo ideologico.

4.Il brano del tuo repertorio che preferisci e perché questa scelta.

Al momento sono molto legata al brano C. Colombo perché è stato il primo estratto del mio disco Post Millennio e ha dato il via a questo nuovo bellissimo viaggio. Se siete curiosi di ascoltarla, questo è il link per lo streaming sui vari portali digitali https://lnk.to/C_Colombo, questo invece è il link per il videoclip pubblicato su YouTube https://youtu.be/w2aaMw8sRvY. laurapizzarelli1

5.Il disco che ti ha cambiato la vita.

Non c’è soltanto un disco che ha cambiato il mio modo di vedere e sentire la musica, la verità è che sono stati tanti e di artisti internazionali o italiani appartenenti a generi differenti tra loro.  Se proprio dovessi citare un nome tra tutti, direi sicuramente i Queen, ma la bellezza della musica sta proprio nelle sue diverse sfaccettature. Non la si può apprezzare davvero se non si possiede una mente aperta.

6.Il tuo live più bello e quello invece peggio organizzato.

Forse il più bello è stato l’ultimo a Conversano (Bari) nel club Casa delle Arti in apertura al concerto di Gio Evan: c’era molta gente ed è stata una forte emozione.

Di organizzato male non mi viene in mente qualcosa di particolare. Ricordo però qualche aneddoto divertente, per esempio quando all’esibizione a Casa Sanremo, per ricevere il premio della targa SIAE come giovane autrice, ho dovuto inventare il nome della città di origine del mio chitarrista perché sul momento non me la ricordavo, oppure quando al Premio Bruno Lauzi c’è stato ad un certo punto un problema con il soundcheck e mi sono ritrovata per una decina di minuti a cercare di intrattenere il pubblico in attesa. Poi quando al festival Materiale Resistente 2.0 avevo talmente freddo che ho deciso di cantare tutta super coperta con tanto di capotto e sciarpa nonostante fossimo al chiuso.

7.Il locale di musica dal vivo secondo te ancora troppo sottovalutato e, al contrario, quello eccessivamente valutato tra quelli dove hai suonato o ascoltato concerti di altri.

Secondo me i locali che propongono musica dal vivo devono essere necessariamente tutti supportati: è anche grazie a loro se il panorama musicale Italiano indipendente è attualmente in forte crescita. La promozione della musica inedita è strettamente connessa alla rete dei club dislocati in punti diversi del nostro territorio.

laurapizzarelli28.Le tre migliori band emergenti della tua regione.

In realtà su due piedi mi vengono in mente diversi nomi di band locali come i Think About It (post rock-modern jazz), Le Urla (indie pop), Larva (alternative), Ovest di Tahiti (melancholic pop), Good Moaning (alternative folk), Stain (alternative rock-post punk), The Yellow (golden pop), Kamo (elettropop) ed altri ancora. La Puglia è una regione musicalmente molto frizzante e le band sono una realtà forte e variegata, per non parlare dei cantautori per cui ci vorrebbe un capitolo ulteriore.

9.Come seguirti, contattarti, scambiare pareri con te.

Lascio qui sotto i miei contatti social. Qualsiasi occasione di confronto, sia virtuale che non, è gradita:

Facebook: https://www.facebook.com/laurapizzarellimusic/
Instagram: https://www.instagram.com/laurapizzarelli/
Spotify:  https://open.spotify.com/artist/07Dwpt1wXBkvBMQ8lwBOsP?si=w6pjUd8XSTGKdzVLJhXtvQ
Youtube: https://www.youtube.com/channel/UCWwczbvw-0d1_vw-lLBVfNQ.

10.La decima domanda, che mancava: “Fatti una domanda e datti una risposta”.

D: Progetti per il futuro?

R: Oltre a scrivere come sempre nuove canzoni, al momento sto lavorando con una nuova formazione per portare live il disco Post Millennio il prima possibile e sto girando con il videomaker Wilderness Calling dei videoclip per altri brani dell’ep.

Ci saranno delle belle sorprese.

DORIANA TOZZI

Check Also

altrovebollecover

Le ansie e le gioie di una generazione nelle “Bolle” di Altrove

Altrove, al secolo Marco Barbieri, è uno dei produttori più affascinanti del panorama indipendente italiano. …

Lascia un commento