Breaking News

Guizzi di genio ma poco mordente nel secondo ep degli Indiana

IndianaCover EPSecondo dischetto per il gruppo bergamasco degli Indiana, tre anni dopo l’esordio La Strada e dopo la defezione di un componente originario. Con sei tracce per una ventina di minuti scarsi, questo ep omonimo si barcamena con indubbio mestiere tra pop quasi d’autore e pulsioni digitali, rientrando a pieno titolo nel marasma di produzioni electropop che da un po’ di tempo a questa parte fioccano nello stivale (da I Cani a Lo Stato Sociale, giusto per dare dei punti di riferimento forzati).

Qualche atmosfera trasognata, qualche bordata di synth qua e là, un po’ di paraculaggine che non fa mai male, e un atteggiamento tra lo svaccato e il naif che non stona con la spesso ricercata plasticosità delle composizioni. Niente di nuovo sotto il sole diciamo, anche se il gruppo si sforza di trovare soluzioni proprie in un canone oramai affollato. Ma non sempre la ciambella riesce; la nenia technopop indolente di Anche Se Qua Tutto Muore non è un bel biglietto da visita, soprattutto quando ricorda i dAri, nonostante gli echi à la Arcade Fire dell’intro; il Bugo annegato nei synth di Vorrei Vivere Con Poco suona abbastanza scontato; il pop sbilenco di Laverò Le Rocce forse poteva essere sviluppato in forme migliori; Exploding Plastic Inevitable ha poco mordente nonostante ricordi i Primal Scream, ed è un peccato vedere le atmosfere oniriche di Memento virare artatamente verso lidi troppo, troppo vicini a certe forme commerciali.

Il sound degli Indiana spesso manca di convinzione, nonostante qualche guizzo di genio sparso, come il pop dilatato iniettato di new-wave di Tu Mi Fai Vivere, o qualche intuizione interessante nei testi. Elementi che purtroppo non bastano a risollevare lo sorti di un disco che fa fatica a trovare un suo spazio e che non sempre riesce a mantenere alta l’attenzione dell’ascoltatore.

Pagina Facebook: https://www.facebook.com/pages/Indiana/143875895669854

Video Laverò Le Rocce: https://www.youtube.com/watch?v=kTsNHAk2dwA.

FRANCESCO CAPUTO

Check Also

giadafaranofoto

Intervista a Giada Farano, la ballerina delle star

Per riuscire a realizzare i propri sogni servono tre ingredienti fondamentali: talento, determinazione e un …

Lascia un commento