Breaking News

Thumbnail: uno sguardo su The Riva

THUMBNAIL1.Chi sei, da dove vieni e che musica proponi.

Davide Ravo (alias The Riva), canavesano, Ivrea. La mia musica poggia le sue fondamenta sulla poesia. Riflessi alternativi e ritmati assieme ad attimi di spoken word, che non guasta mai. Le protagoniste di questo intimo progetto cantautoriale sono le parole. Si potrebbe anche tranquillamente non definire, ma direi che l’inclinazione elettronica è predominante anche se c’è qualcosa di acustico qua e là.

2.Il panorama musicale italiano aveva bisogno di te?

Il panorama è affollato dall’arte commerciale, questo tipo di arte invece ruota attorno ad un progetto intimistico: nasce per dare voce alla mia personalità, alla mia scrittura, all’autenticità di ciò che vivo in ogni emozione, anche a discapito di registrare qualche stranezza. Nell’atto del creare, quando ho di fronte microfono e tastiera, lascio fluire ciò che passa senza distrarmi dai cliché, senza dare troppa importanza all’ipotetico compiacimento di chi ascolterà. Ciò che accade è la raccolta dell’autenticità di quel momento, di ciò che l’universo mi suggerisce.

3.Se tu fossi una meta da raggiungere con il “navigatore musicale”, quali coordinate di artisti del passato o del presente dovremmo impostare, come strada da percorrere per arrivare al tuo sound?

Diaframma, Francesco Tricarico, Lo Stato Sociale, Giovanni Truppi, Franco Battiato.
Diaframma per le caratteristiche originali, autentiche, “vive”.
Francesco Tricarico per la particolarità della musica e la profondità delle riflessioni poetiche.
Lo Stato Sociale per testo e ritmo.
Giovanni Truppi per il senso di spoken word.
Franco Battiato per l’ermetismo ed il sogno. theriva1

4.Il brano del tuo repertorio che preferisci e perché questa scelta.

Naturalhomonduscranei è come un torrente che scende a valle dei pensieri e travolge ogni cosa: sentieri, staccionate, piumini, scritte, appunti, secoli, malinconie, frutteti, estati, momenti… è un dipinto astratto che fluisce giù, e si imprime nella registrazione di un momento magico che accadde una sera. Amo quel momento e ciò che ha rappresentato e rappresenta ancora per me.
https://open.spotify.com/track/6Mq1aJGhFCwv997Y87mLob?si=aARO6rwGTd-_SqjN0NirWg

5.Il disco che ti ha cambiato la vita.

Molte canzoni mi hanno donato incipit importanti permettendomi nuovi sguardi e nuovi modi di percepire e di cogliere. Sicuramente l’album omonimo di Francesco Tricarico è stata un’esperienza molto forte per il mio modo di concepire i messaggi nelle canzoni. Così come anche la scoperta dei Diaframma; molte loro canzoni mi hanno fatto apprezzare il livello di intensità che possono raggiungere certe personali caratteristiche.

6.Il tuo live più bello e quello invece peggio organizzato.

Il primo sarà il peggiore ma anche il più intenso di tutti. Spero dunque presto di poter fare uscire dai muri questo mio primo intimo progetto.

theriva27.Il locale di musica dal vivo secondo te ancora troppo sottovalutato e, al contrario, quello eccessivamente valutato tra quelli dove hai suonato o ascoltato concerti di altri.

I contesti più intimi sono i contesti dove si sviluppano più passioni, più sentimenti, l’atmosfera si riempie densa di impressioni e le senti su di te come una grossa carezza. Dunque prediligerò sempre contesti più piccoli rispetto a quelli più grandi. Il contatto stretto con il pubblico è la cosa più importante.

8.Le tre migliori band emergenti della tua regione.

Satoyama (jazz): https://open.spotify.com/artist/15iCJa4zxHAIJ0fzgG62z5?si=mG0gUBqzRT-6TvcaG79Ggw
Stramare (pop?): https://open.spotify.com/artist/5oAifDTzCGqpz9YWvTrLOW?si=D4psJqSKS8CjwNr23PDlbg
Damiano Castro (indie pop): https://on.soundcloud.com/SjbTg

9.Come seguirti, contattarti, scambiare pareri con te.

theriva.it
instagram.com/davide.ravo
facebook.com/davideravo86

10.La decima domanda, che mancava: “Fatti una domanda e datti una risposta”.

D: Artisticamente parlando nasci scrittore come Davide Ravo, poi ora questo progetto musicale “The Riva”. Come si riescono a far convivere questi due mondi assieme?

R: La poesia quando nasce sgorga come una sorgente d’acqua fresca. Poi scende giù, a valle dei miei pensieri e dei miei intenti. Torrenti, fiumi, e in fine orizzonti alla theriva in mezzo al mare. Musica e testo si intrecciano in tutto questo movimento influenzandosi a vicenda. Casualità, imprecisioni e tutto il resto dell’ispirazione di quel momento formano questo percorso denso di attimi spontanei e sinceri.

DORIANA TOZZI

Check Also

nobrainoanimalidapalcoscenicocover

“Animali da Palcoscenico”: il ritorno dei Nobraino e del loro cantautorato rock

Animali da Palcoscenico è il nuovo album dei Nobraino (edito dall’etichetta Babobab e distribuito da Warner …