Breaking News

Thumbnail: uno sguardo su Dario Ei Meridionali

THUMBNAIL1.Chi siete, da dove venite e che musica proponete.

Siamo Dario Ei Meridionali, una band di musica inedita e cantautorale proveniente da Andria.

2.Il panorama musicale italiano aveva bisogno di voi?

Proviamo a proporre qualcosa di nuovo all’interno del panorama musicale italiano, una musica diretta, fatta di testi semplici che solitamente raccontano storie, il tutto accompagnato da melodie orecchiabili che talvolta si contrappongono ai temi delle canzoni per rendere i brani più leggeri e spensierati. Perciò, senza alcuna presunzione ma solo con questa ”sfida” che ci siamo posti quando è nato questo progetto, la musica italiana ed emergente aveva bisogno di noi.

3.Se voi foste una meta da raggiungere con il “navigatore musicale”, quali coordinate di artisti del passato o del presente dovremmo impostare, come strada da percorrere per arrivare al vostro sound?

Il viaggio senza dubbio è lungo, ma è accompagnato da ottima musica! Dovrebbe prevedere innanzitutto il passaggio per i grandi cantautori italiani come Rino Gaetano, Ivan Graziani e Fabrizio de Andrè passando poi per la musica internazionale con Santana, i Dire Straits e i Toto fino a giungere ad una lunga sosta con i contemporanei Daniele Silvestri, Samuele Bersani ed Alex Britti, e questo poiché ognuno di noi nella band ha delle preferenze musicali e le sfrutta fondendole con quelle degli altri alla ricerca di un nuovo sound accattivante.

4.Il brano del vostro repertorio che preferite e perché questa scelta. DarioEiMeridionali1

Il brano che preferiamo all’unanimità è Non Vi Nascondo. È il primo brano che abbiamo registrato tutti quanti assieme, il nostro primo singolo che ci ha permesso nel luglio del 2014 di ufficializzare la nostra presenza nel panorama della musica emergente, ed è il brano che ci dona la forza di andare avanti e superare gli ostacoli che inevitabilmente ci sono nella vita. Link al video: http://youtu.be/TkdWQMh91pA.

5.Il disco che vi ha cambiato la vita.

Speriamo che il disco che ci cambierà la vita possa essere proprio il nostro, anche se nell’immediato non c’è un disco in uscita, però non mettiamo mai limiti alla provvidenza e cerchiamo di vivere il presente e questa nostra passione al meglio. Ovviamente i dischi che ci hanno già cambiato la vita donandoci proprio questa passione sono innumerevoli, così come tanti sono gli artisti che ci influenzano.

6.Il vostro live più bello e quello invece peggio organizzato.

Il nostro live più bello è stato senza dubbio il nostro ultimo live e primo per questo 2015. Eravamo tra gli otto finalisti della settima edizione del Premio Mimmo Bucci ed abbiamo avuto l’onore di portare la nostra musica in un grande teatro della nostra terra, il Teatro Petruzzelli di Bari. Sensazione unica, le parole non riescono a colmare il nostro stupore, la gioia e l’emozione di suonare in un luogo così bello e così pieno di gente.

Il live peggio organizzato? Be’ non ce ne sono stati molti in circa due anni di esistenza di questo progetto, ma quando purtroppo sono avvenuti è stato a causa di gente che non fa il proprio lavoro di organizzatore con passione, o semplicemente di gente che accanto al lavoro di organizzatore o di direttore artistico (così si fanno chiamare) pone prima i propri interessi.

7.Il locale di musica dal vivo secondo voi ancora troppo sottovalutato e, al contrario, quello eccessivamente valutato tra quelli dove avete suonato o ascoltato concerti di altri.

Ce ne sono tanti di locali nella nostra Puglia, ma i locali che più amiamo sono sicuramente quelli in cui appena entri ti rendi conto che c’è un palco. Sì, può sembrare scontato, ma un palco in un locale fa la differenza, ti fa rendere conto dell’importanza che i gestori danno a chi va a suonare in quel luogo ed alla musica in generale… per cui i locali eccessivamente valutati? Quelli che ogni settimana fanno suonare band di qualsiasi tipo e genere negli angolini bui, senza offrire non per forza un palco ma anche una giusta cornice ed atmosfera all’arte che stanno proponendo.

DarioEiMeridionali28.Le tre migliori band emergenti della vostra regione.

Fortunatamente avendo da poco partecipato al Premio Mimmo Bucci ne abbiamo ascoltata tanta di musica emergete apprezzandone tutte le sfaccettature. Tra le band che ci sentiamo di menzionare sicuramente ci sono gli Olga & The Gangband, un gruppo barese che suona “pop/rock simpatico” (https://www.facebook.com/OlgaAndTheGangBand), da poco conosciuto ma sicuramente promettente è anche il cantautore Nabel (https://www.facebook.com/nabelmusica) ed infine i nostri compaesani che scrivono e producono musica rap-funk-reggae i Drem’s Project (https://www.facebook.com/dremsproject).

9.Come seguirvi, contattarvi, scambiare pareri con voi.

Ci potete seguire attraverso la nostra pagina facebook dove i “mi piace” sono sempre graditi: https://www.facebook.com/DarioeiMeridionali.

Oppure ci potete scrivere sul nostro profilo facebook: https://www.facebook.com/profile.php?id=100005086996706.

Ma c’è anche un canale youtube tutto per noi: https://www.youtube.com/user/DarioeiMeridionali.

Ed il nostro profilo twitter: https://twitter.com/DarioeiMeridion.

10.La decima domanda, che mancava: “Fatevi una domanda e datevi una risposta”.

D: Vi è piaciuta questa intervista?

R: Decisamente sì: di primo impatto sembravano domande semplici, ma quando inizi a scrivere in mente sorgono tanti ricordi ed emozioni, e soprattutto non sono le solite domande su come si scrive la musica o da dove nascono i pezzi, ma sono qualcosa di più e speriamo che i lettori di I Think Magazine possano apprezzare anche questo nostro lato più intimo e forse, ma solo forse, meno musicale. Grazie mille per questa opportunità e speriamo di potervi far emozionare con la nostra musica.

DORIANA TOZZI

Check Also

pindarballatacontrolapauraframe

::Video Anteprima:: PINDAR – Ballata contro la paura

Siamo orgogliosi di poter ospitare per la prima volta un’anteprima esclusiva dedicata ai PINDAR, band …

Lascia un commento