Le onde del mare muovono la musica di Cammariere nel suo nuovo album

sergiocammarierelafinedituttiiguaicoverL’espressione tutta italiana (anche se riferibile a tutto il panorama musicale internazionale) “canzone d’autore” ben si adatta a Sergio Cammariere. Come tutti gli artisti che provengono da città in cui il mare è parte integrante del vivere quotidiano anche Cammariere risente e riporta nella sua musica quel movimento ondeggiante e continuo di sonorità avvolgenti che a tratti coprono ma che anche fanno emergere linee armoniche di assoluto pregio.

Il suo più recente lavoro, La fine di tutti i guai, sorprende piacevolmente. La sua vena jazz si trasforma a tratti in pop passando per la black music senza mai uscire dai canoni di una reinterpretazione assolutamente personale e filtrata dal suo animo poetico e dall’essere un musicista d’eccezione. Si passa così dalla leggerezza di Danzando nel vento, che apre l’album, a brani più intimi quali Mi domando se e Il tuo amico di sempre.

C’è poi in questo album un uso della voce che davvero lascia stupiti, infatti, i brani si succedono quasi fossero tutti parte di un unico racconto, dove voce e musica spesso si fondono ma a volte sembrano alternarsi per dare enfasi ai vari fraseggi, proprio come fossero onde del mare che s’inseguono per poi fondersi sulla riva.

Non meno importanti le liriche (scritte insieme al paroliere Roberto Kunstler) con la loro vena poetica certosina e a tratti riflessiva che spinge all’ascolto a alla comprensione di testi che intimamente esplorano la nostra anima e ci avvicinano al mondo di Cammariere, quasi sempre avvolto da una malinconia latente. “La fine di tutti i guai è quel momento che tutti vorremmo raggiungere, potrebbe sembrare un’utopia vivere una vita senza problemi, ma in questo disco racconto l’amore perché l’amore è quello stato mentale, quel sentimento che aiuta a dimenticare e che ti fa scoprire la bellezza”. Così Cammariere presenta il suo ultimo lavoro, spiegando il ruolo fondamentale che questo sentimento ha avuto nelle sue composizioni.

Per realizzare questo album il cantautore di Crotone si è avvalso della collaborazione di altri artisti eccellenti lasciando loro ampi spazi per assoli di indubbia bellezza e profondità.

In molti definiscono Cammariere cantante di nicchia, benché il suo nome sia noto a molti. Con questo lavoro discografico sicuramente la sua musica potrà uscire fuori dalle nicchie, “sdoganando” e rivalutando appieno un artista eccezionale, che con il passar del tempo non solo non si appiattisce ma anzi continua a rinnovarsi continuamente insieme alla sua musica con la quale cerca (e trova) spazi sempre più estesi ed espressioni sempre più autentiche. D’altronde essere cugini di Rino Gaetano ha un suo perché… e Cammariere lo sa bene.

MARIANO ERRA

Check Also

jesterinjail1

Thumbnail: uno sguardo sui Jester in jail

1.Chi siete, da dove venite e che musica proponete. Siamo i Jester in Jail, un …

Lascia un commento