Breaking News

Apartment Loops: il lato elettronico del lockdown di Bruno Bavota

Senza titolo-2Avevamo parlato qualche tempo fa di Apartment Songs (qui: http://www.ithinkmagazine.it/recensione-bruno-bavota-apartment-songs-volume-one/), una delle due parti di cui si compone il nuovo lavoro di Bruno Bavota, entrambe nate nel periodo di quarantena a seguito della pandemia di COVID19, eppure distinte per l’approccio più “classico” del primo volume e più elettronico per questo secondo capitolo, intitolato Apartment Loops. La sensibilità del pianista e compositore partenopeo lo ha spinto a creare anche queste composizioni di notte, da solo, nel suo appartamento, dando forma e suono ai pensieri che hanno attraversato la sua mente durante quel nefasto periodo.

Come ormai saprete, Bruno Bavota è un giovane compositore e polistrumentista con all’attivo molti lavori discografici ed esibizioni dal vivo. Apprezzato anche all’estero per il suo genere musicale che spazia dal pop da camera al modern classic, l’artista viene spesso associato ad artisti quali Ludovico Einaudi, Dustin O’Halloran e Nils Frahm. Dal suo estro nascono e si incanalano così in questo lavoro una serie di brani eseguiti con l’ausilio di tastiere elettroniche, sintetizzatori ed effetti che da sempre lo caratterizzano per la sua padronanza nelle performance che esegue con maestria.

Apartment Loops è il naturale evolversi del precedente capitolo ma qui i brani esprimono maggiormente l’ansia e l’ossessiva ricerca di spazi che sembravano perduti per sempre, nonché la rabbia nata dall’isolamento, ma anche la speranza che tutto questo possa finire al più presto e che queste note ripetute (appunto in “loop”), questi arpeggi insistenti e alcune distonie e contrappunti siano alla fine lo “sfogo” di una libertà ritrovata ed una spinta verso il futuro.

Questo il sito dell’artista: https://brunobavota.com/

Qui il video di Apartment Loop #1:

MARIANO ERRA

Check Also

shenothingmysoulframe

::Video Rotation:: ShE!NoThinG – My soul

Lascia un commento