Dalla canzone al racconto: pubblicato anche l’ultimo volume di “B-Side” di Doriana Tozzi

bsideestatecopertinaUna canzone si può suonare, cantare, ballare e se ne possono anche “rubare” 15 secondi da inserire nelle storie sui social network per dare una colonna sonora alle nostre immagini. In pochi, però, pensano a una canzone come a una tavolozza di colori per farne un quadro che da quella tavolozza comincia, trova i suoi albori, per diventare poi qualcosa di altro e di unico in base alla tela utilizzata e alla mano di chi dipinge. Questa metafora è piuttosto affine all’operazione che la giornalista musicale e scrittrice Doriana Tozzi ha fatto con B-Side – L’altro lato delle canzoni, una tetralogia (ossia ben quattro volumi) di libri editi dalla storica casa editrice musicale Arcana Edizioni, il cui quarto e ultimo episodio, sottotitolato Estate, è stato pubblicato appunto questa estate.

I quattro volumi di B-Side sono stati ciascuno sottotitolato con il nome di una stagione e associato a un genere musicale specifico: c’è stato prima Autunno, con racconti dedicati alle canzoni del rock alternativo italiano; c’è stato poi Inverno, dedicato alle canzoni dei cantautori italiani; c’è stata Primavera dedicata alle canzoni della musica degli anni 60/70 e, per concludere, è giunto, come si diceva, il volume Estate, dedicato alle canzoni punk di ogni epoca. Le canzoni, secondo la metafora iniziale, sono ovviamente la tavolozza di colori: se ne ritrovano le parole dei testi e anche la musica sembra prender parte al racconto che si fa di volta in volta più scatenato nelle canzoni scatenate, psichedelico nelle canzoni psichedeliche, malinconico nelle canzoni malinconiche e via dicendo. La forma e la sostanza del quadro, però, sono date dalla fantasia sconfinata dell’autrice che narra vere e proprie storie parallele a quelle che comunemente possono sembrare le storie di quegli stessi testi (sarà probabilmente questo il senso de “l’altro lato” cui fa riferimento il titolo) costruendo così un mondo dove i protagonisti delle canzoni vivono le loro vite, talvolta incontrando e perfino condividendo avventure insieme ai protagonisti di altre canzoni. Si prenda quest’ultimo volume, ad esempio. In Estate troviamo racconti dedicati a canzoni di Sex Pistols, Ramones, Circle Jerks, Generation X, Green Day, Offspring, Rancid, Social Distortion e molti altri (sono sempre 21 racconti e dunque 21 canzoni/artisti per ciascun volume), e ogni canzone racconta la storia di un membro di uno stesso gruppo, ovvero una “comitiva” come si diceva un tempo o una “crew” come si definisce nel libro. Così il protagonista di The cause dei NoFX (che qui viene chiamato Raffa) è fratello del protagonista di Rise above dei Black Flag (che qui si chiama Furia) ed entrambi saranno artefici di avventure mozzafiato insieme al protagonista di I’m not down dei The Clash (che si chiama Marko) e altri ragazzi che frequentano il loro giro. Da sottolineare che questa “crew” ha il suo quartier generale in un negozio di tale Lilian Yetsu-Wu, nome di fantasia che ricalca quello di Vivienne Westwood (visto che di punk si parla). Infatti la musica per Doriana Tozzi non sembra solo un pretesto da “sfruttare” per inventare storie, ma qua e là sono sparsi anche aneddoti o vicende realmente legate agli artisti o alla canzone di riferimento. Un piccolo esempio su tutti (ma ce ne sarebbero tantissimi) è il racconto ispirato a Like the angel dei Rise Against, il cui protagonista, Veil, segue lo stile di vita straight edge così come la band stessa che canta il brano.

Alla fine se ne ricava una lettura piacevole, scorrevole, corroborante, in cui principalmente si alternano ideali e pulsioni, rabbia e speranze, lotta e quotidianità, con uno sfondo sociale e politico sempre nitido alle spalle delle storie inventate ma che tanto somigliano alla nostra realtà. E la particolarità di questi racconti è che, essendo pura narrativa, possono esser letti dagli amanti dei generi succitati (che più facilmente, magari, noteranno i riferimenti dei testi originali e scopriranno gli aneddoti) ma anche da chi non conosce quegli artisti e quelle canzoni e che proprio attraverso la lettura di questi racconti potrebbe magari scoprire nuova musica. Sarà per agevolare questo scopo che, infatti, all’inizio di ciascun volume si trova la playlist gratuita con tutti i brani “raccontati” nel libro, da ascoltare prima, durante o dopo la lettura.

Una bella operazione che fonde musica e narrativa e che tra l’altro è stata supportata sin dal primo volume da prefazioni prestigiose, a partire da Rossano Lo Mele per giungere a Ernesto Assante e ancora a Carlo Massarini e Alessandro Guercini (il chitarrista dei Fast Animals And Slow Kids) e che, infine, per quest’ultimo volume si fregia delle prefazioni del giornalista punk per eccellenza, Federico Guglielmi, e della bassista dei Verdena, Roberta Sammarelli.

Una canzone si può suonare, cantare, ballare… ma con B-Side scopriamo che da una canzone possono anche nascere mille nuovi mondi.

Qui la scheda dell’ultimo volume: https://www.amazon.it/B-side-Laltro-delle-canzoni-Estate/dp/8892772023

Le pagine FB e IG del libro: www.facebook.com/bsideracconti / www.instagram.com/bsideracconti

Profilo IG dell’autrice: www.instagram.com/doorisworld

ELIDE FERRARI

Check Also

libreriagenerica1

I 5 libri che devi leggere se vuoi avviare la tua attività autonoma

Avviare una propria attività autonoma in Italia è una sfida appassionante ma complessa. Spesso, se …