::Playlist:: by Francesco Anselmo – Lo dico veramente

francescoanselmoplaylistDopo la pubblicazione del disco d’esordio Il gioco della sorte e la conseguente candidatura alla Targa Tenco 2018 come “Miglior Opera Prima”, il cantautore siciliano Francesco Anselmo è tornato sulle scene con il nuovo singolo Lo dici veramente, un brano intimo e profondo, che rappresenta quella fase della vita in cui è difficile orientarsi, tra ricordi, aspettative deluse e ambizioni plastificate. Lo dici veramente è la fotografia di un momento: una via di notte, una panchina, un dialogo, portafogli persi, negozi chiusi, un mattino che fatica a nascere.  Al buio, illuminati solo dai lampioni e dalla luna, due giovani amanti provano a ritessere la tela rotta dal tempo, ricercando gli stimoli per il futuro in un presente così diverso da come lo avevano immaginato.

Essere isolani significa avere la capacità di immaginare, di spingersi oltre”, queste le parole di Gandolfo Schimmenti, regista del videoclip: il desiderio di oltrepassare i grigi palazzoni e rivolgere lo sguardo verso l’orizzonte fino a raggiungere quella linea di mare che rende tutto più magico e che porta a creare scenari con la mente e luoghi nuovi mai esistiti.

Scenari che poi si trasformano in musica e che il cantautore oggi ci presenta attraverso questa originale playlist ideata per i nostri lettori, in cui si racconta attraverso artisti e canzoni per lui fondamentali e imprescindibili.

::Playlist:: by Francesco Anselmo – “Lo dico veramente

Francesco Anselmo Lo dici veramente

Lo dici veramente è uno sguardo, è la descrizione di un momento: quello in cui due amanti si trovano a vivere un presente in maniera totalmente diversa da come lo avevano immaginato in passato.  Il video, per la regia di Gandolfo Schimmenti, tende alla linea dell’orizzonte, effettuando una ricerca tra “prima e dopo”. In una Sicilia incontaminata che vuole volgere lo sguardo oltre…

Kurt VilePretty Pimpin

Di Kurt Vile ho sempre apprezzato il suo sound molto moderno in un genere folk che non tramonta mai, ma che rischia di essere obsoleto in musica. In questo brano, come in tutta la produzione di Kurt Vile, è dimostrato quanto si può essere moderni e attuali usando strumenti veri e suonati con gusto e inventiva.

Raphael GualazziCarioca

Quando l’ho ascoltato per la prima volta ne ho subito apprezzato il talento. Un musicista pazzesco e un artista con qualcosa da dire. Di questa canzone ho apprezzato particolarmente il beat molto moderno all’interno di un contesto latin d’altri tempi.

Gabriella Martinelli e LulaIl gigante d’acciaio

Conosco personalmente Gabriella da diversi anni e posso dire con assoluta certezza che è un talento vero e unico. Questo brano racconta la società di oggi, un fatto che tocca particolarmente Gabriella in quanto lei è tarantina. Non posso che apprezzare chi racconta il suo tempo e le sue origini così.

Kiefer SutherlandSomething you love

Nella scelta di questo brano emerge la mia grande passione per i “folk singer”.  Un brano semplicissimo ma che, a mio avviso, ha sempre un perché. Sutherland è un blues man e nella vita servono sempre.

Francesco De Gregori Cardiologia

De Gregori è forse il cantautore che più ha influenzato il mio modo di vedere la musica. Amo tutta la sua produzione e il suo modo unico di raccontare le cose. Cardiologia l’ho scelta perché è un brano recente che dimostra l’inesauribilità poetica di un artista incredibile.

MottaDel tempo che passa la felicità

Canzone molto interessante e videoclip molto bello. Questo brano di Motta è prova di quanto la musica oggi sia cambiata non necessariamente in peggio. Mi piace molto l’arrangiamento e la scelta dei suoni.

The BeatlesPaperback Writer

Come fai a non mettere i Beatles in una playlist? Penso che dovrebbero entrare di diritto in tutte. Hanno cambiato il modo di fare e di ascoltare musica. Hanno prodotto dischi capolavoro e questa canzone, non so bene perché, mi ha sempre messo allegria.

DimartinoCome una guerra la primavera

Per il mio personale punto di vista, Dimartino è il cantautore contemporaneo più interessante. Trovo che sia molto profondo e di un’eleganza di altri tempi; nonostante ciò, risulta essere di una modernità disarmante. Ho scelto questo brano perché ne apprezzo tanto la musicalità e poi perché anche questo video mostra una Sicilia antica, bella e incontaminata.

Lucio CorsiCosa faremo da grandi?

Penso che questo brano possa essere tranquillamente il manifesto della mia generazione. L’ho scelto proprio perché mi rivedo tantissimo in ciò che dice. Lucio Corsi, poi, con il suo ultimo disco ha catturato la mia attenzione.

Check Also

hairymussels1

Thumbnail: uno sguardo sugli Hairy Mussels

1.Chi siete, da dove venite e che musica proponete. Ciao a tutti, ci chiamiamo Hairy …

Lascia un commento