Thumbnail: uno sguardo su Matteo Fiorino (Speciale Premio Buscaglione)

THUMBNAIL1.Chi sei, da dove vieni e che musica proponi.

Sono Matteo Fiorino, vengo dalla Spezia ma al momento abito a Roma Est. Propongo canzoni sulle ex (mie e di terzi), sulle barche a motore e sul senso di colpa.

2.Il panorama musicale italiano aveva bisogno di te?

Il panorama italiano non aveva nessun bisogno di me. Sono io che avevo bisogno di lui.

3.Se tu fossi una meta da raggiungere con il “navigatore musicale”, quali coordinate di artisti del passato o del presente dovremmo impostare, come strada da percorrere per arrivare al tuo sound?

Ivan Graziani, Lucio Dalla, Roberto Vecchioni, Rino Gaetano, Francesco De Gregori, Pino Daniele, Enzo Jannacci, Gianfranco Manfredi, Skiantos, Talking Heads, Pink Floyd, Slint, Spirit, Kyuss, Fugazi, Nirvana, Jobim, Thelonoius Monk, Charles Mingus. Per oggi mi fermo qui.

4.Il brano del tuo repertorio che preferisci e perché questa scelta. MATTEOFIORINO1

Dipende dai momenti. Forse lo Stornello dell’interfaccia, perché è dissacrante ma leggera, la uso spesso per rompere il ghiaccio e anche un po’ come biglietto da visita: https://fiorino.bandcamp.com/track/stornello-dellinterfaccia-2.

5.Il disco che ti ha cambiato la vita.

Steady diet of nothing dei Fugazi. Ho smesso di suonare per tre anni dopo averlo ascoltato. Poi ho venduto i pedali, ho comprato una folk e ho ricominciato.

6.Il tuo live più bello e quello invece peggio organizzato.

Qualsiasi live in cui ci sia un pubblico attento. L’ultima volta è successo a Firenze, al Teatro del Sale.

I live peggio organizzati tendo a rimuoverli per evitare di domandarmi troppo spesso che senso abbia fare questo mestiere.

7.Il locale di musica dal vivo secondo te ancora troppo sottovalutato e, al contrario, quello eccessivamente valutato tra quelli dove hai suonato o ascoltato concerti di altri.

Non saprei dire…

MATTEOFIORINO28.Le tre migliori band emergenti della tua regione.

Dato che sono ligure ma abito nel Lazio, attingerò da entrambe le regioni:

Shiva Bakta (https://soundcloud.com/shiva-bakta)

Armaud (https://armaudband.bandcamp.com/album/how-to-erase-a-plot)

Weird (https://weird1.bandcamp.com/album/a-long-period-of-blindness)

9.Come seguirti, contattarti, scambiare pareri con te.

Tramite la pagina ufficiale su Facebook: https://www.facebook.com/Matteo-Fiorino-53282131874/.

10.La decima domanda, che mancava: “Fatti una domanda e datti una risposta”.

D: Cosa vuoi dire ancora?

R: Che ho fatto un disco, si intitola Il masochismo provoca dipendenza. C’ho messo cinque anni per scriverlo e due per registrarlo. Se volete conoscermi meglio ascoltatevelo, dura solo 41 minuti. Oppure venite ai miei concerti.

DORIANA TOZZI

Check Also

gegetelesforoilmondointestacover1

Il Mondo In Testa: la terapia dell’incontro

È un disco terapeutico Il Mondo In Testa, ultimo lavoro di Gegè Telesforo, un disco …

Lascia un commento