Informativa breve sull' uso di cookie ai sensi del provv n 229/2014 Garante Privacy

::Video Anteprima:: Luciano Tarullo – Il tempo

lucianotarulloiltempoframeIl tempo scorre e volenti o nolenti ci ritroviamo al suo interno senza alcuna via di scampo. Su questo riflette il nuovo singolo di Luciano Tarullo, intitolato appunto Il tempo, estratto dall’album L’isola e da oggi in anteprima esclusiva sul nostro magazine.

Tarullo dice che “siamo anime perdute negli orologi di questa vita” ma pur guardando dritto in faccia lo smarrimento che ne deriva, l’artista non si lascia spaventare da questa realtà ineluttabile e piuttosto passa a chiedersi il perché la si voglia a tutti i costi cambiare pur sapendo di non avere alcuna possibilità di vittoria: il tempo scorre e lo fa in una sola direzione, è così da sempre e sarà così per sempre, anche dopo di noi, per cui perché affannarsi a volerlo fermare o riportare indietro per tornare nel passato o, altre volte, a volerlo portare avanti per scoprire in anteprima il futuro? Sono aspirazioni prive di senso, poiché ciò che conta veramente è il “qui ed ora” ed è importante viverlo fino in fondo senza lasciare che anch’esso scorra via troppo in fretta, trasportato dall’inossidabile ed imperturbabile tempo, per ritrovarci poi a vivere una vita di ricordi, rimpianti o, quando si è più giovani, rinunciando a vivere il proprio presente per creare un futuro ipotetico, senza sapere neanche se questo futuro arriverà e se arriverà nella forma in cui lo si immagina.

Tutti questi atteggiamenti sbagliati che accomunano tanti individui, sono un “muro” apparentemente invalicabile, che separa una vita vissuta nella gabbia del passato o del futuro da una vita vissuta pienamente nel proprio presente.

L’artista presenta così questo brano: «Il testo scava nel profondo. Viviamo nell’immobilità, in uno stato d’impasse da cui è impossibile evadere. “Il tempo” è un’entità superiore e come tale è indifferente all’uomo. Non possiamo cambiare il passato, non abbiamo potere sul futuro. “Il tempo” non offre conforto, “non ti asciuga gli occhi dopo che hai pianto”, non c’è motivo di tornare indietro per rimediare a qualcosa che è ormai rappresenta il passato. Esiste solo un “qui” ed un “ora”.  Siamo qui “per abbattere quel muro”, la parete che divide ciò che siamo adesso da quello che siamo stati e forse “saremo”»

Il video che accompagna questo singolo è da oggi in anteprima esclusiva su I Think Magazine. Potete guardarlo da qui:

(se non vedete il video qui sotto dovete cliccare su “acconsento” nel banner delle normative sulla privacy che trovate in alto a questa pagina)

Questa la pagina facebook dell’artista: https://www.facebook.com/LTarullo/

ELIDE FERRARI

Check Also

fancies2

Thumbnail: uno sguardo sui Fancies

1.Chi siete, da dove venite e che musica proponete. Ciao! Siamo i Fancies e veniamo …

Lascia un commento