Informativa breve sull' uso di cookie ai sensi del provv n 229/2014 Garante Privacy

::Video Anteprima:: Enzo Beccia – La mia piccola rivoluzione

enzobeccialamiapiccolarivoluzioneframe

La mia piccola rivoluzione, nuovo singolo e videoclip per il cantautore pugliese (ma milanese d’adozione) Enzo Beccia, esprime un concetto semplice attraverso una canzone semplice accompagnata da un videoclip semplice. Tutta questa semplicità in realtà è il pilastro del messaggio stesso che il cantautore cerca di diffondere attraverso la sua musica, ovvero che non occorrono sforzi disumani o decisioni imposte dai politici o congiunzioni astrali favorevoli per poter cambiare le cose che non vanno bene, ma è molto più semplice, perché la vera rivoluzione parte da noi stessi e inizia in ogni piccolo gesto quotidiano che ciascuno di noi, se crede davvero in un cambiamento, può fare in ogni istante.

L’intero secondo disco di Beccia, Per chi viaggia leggero (di cui questo brano è il primo singolo estratto) si caratterizza come un concept album intorno al concetto appunto del cambiamento e della rivoluzione per dare un senso alla vita, e La mia piccola rivoluzione è una canzone quanto mai emblematica all’interno di questo lavoro proprio perché, soprattutto attraverso il videoclip girato da Fiorenza Sasso (non a caso autrice anche dei testi del disco), non solo racconta l’importanza delle piccole azioni quotidiane ma ne dà effettiva dimostrazione ricordando alcuni illustri artefici di piccole grandi rivoluzioni attuate non con la violenza o con le prese di potere ma semplicemente con la propria determinazione, il proprio coraggio e le proprie azioni quotidiane. Si ricordano qui, ad esempio, Rosa Parks, Franco Basaglia, Dina la partigiana in bicicletta, Giovanni Falcone, Rita Levi Montalcini, Margherita Hack, Alfonsina Strada e Gino Bartali ma sono solo alcuni dei numerosi esempi di idealisti che non si sono rassegnati alle circostanze e che per questo sono riusciti nel loro piccolo a donare al mondo piccole grandi “rivoluzioni”. Perché evidentemente, per dirla à la Bertrand Russell, loro “non sapevano che la cosa era impossibile e per questo la fecero”…

Questa la sinossi del video, che da oggi potete guardare in anteprima esclusiva su I Think Magazine:

Nel video La mia piccola rivoluzione, una manciata di idealisti in bicicletta si dà appuntamento per una piccola rivoluzione che “parte sempre anche in salita”. Portano volantini e raccontano le storie di persone che hanno fatto cambiamenti significativi nella società: da Gino Bartali, che salvò centinaia di ebrei con rischio della propria vita, a Margherita Hack e Rita Levi Montalcini, che aprirono il mondo delle scienze alle donne, passando per Giovanni Falcone, Franco Basaglia, Dina la partigiana e molti altri più o meno noti. Così le storie di grandi idealisti, che iniziano sempre con piccole rivoluzioni quotidiane, vengono portate ad incoraggiamento per agire, perché ognuno, a modo suo, renda il mondo un posto migliore”.

Guardate qui il video:

Questa la pagina fb di Beccia: https://www.facebook.com/enzo.beccia/

ELIDE FERRARI

Check Also

nebbiaalberi

Cantastorie: racconto liberamente ispirato a L’inno del perdersi dei Verdena

“Cantastorie – Storie immaginarie nascoste dietro le canzoni” Perché sono qui?! Ho la testa confusa. …

Lascia un commento