Viaggio avventura: istruzioni per l’uso

viaggiavventura1Fare un viaggio avventura può voler dire molte cose. Per qualcuno può essere semplicemente partire per una destinazione senza aver prenotato in anticipo nessun albergo o posto letto, per altri è sinonimo di affrontare posti del mondo inospitali in cui non si hanno a disposizione le comodità cui siamo abituati e occorre molto spirito di adattamento e qualche attrezzatura in più per affrontarlo.

Quale viaggio avventura?

Non è di certo consigliabile per chi ha sempre trascorso le sue vacanze in resort a cinque stelle improvvisarsi scalatori solitari dell’Everest o cimentarsi in una traversata nel deserto, ma è bene affrontare delle difficoltà accessibili. Chi è alla ricerca di qualche emozione in più per una vacanza differente, si rivolgerà probabilmente ad una agenzia che organizza viaggi avventura e potrà scegliere tra crociere in barca a vela, raid in quad nel deserto, immersioni e snorkeling o esplorazione delle vette più alte.

L’importanza del bagaglio in un viaggio avventura

Quale tipo di bagaglio portare e cosa utilizzare per trasportarlo sarà molto diverso a seconda della meta prescelta e delle attività che si prevede di compiere. Una vasta scelta e fonte di ispirazione si ritrova negli accessori consigliati da Carpisa per un viaggio avventura. Il denominatore comune è la praticità nel trasporto di quello che si porta. Così si useranno largamente trolley soprattutto per quelle destinazioni che non prevedono lunghe percorrenze a piedi su terreni accidentati. Altrimenti si opterà per uno zaino magari dotato di presa usb in modo da poter avere sempre a portata di mano la necessaria ricarica per i device, come ad esempio il Naturalife da 30L, pratico e versatile. Viaggio avventura, infatti, non significa obbligatoriamente isolamento dal resto del mondo, ma anzi la tecnologia può rendere possibile la nostra vacanza grazie a navigatori e traduttori on line che possono essere indispensabili in territori sconosciuti.

Se ti affidi ad un’agenzia che organizza queste attività, potrai avere un’assistenza ed essere consigliato. Anzi, le più preparate forniranno già un vademecum su cosa è meglio fare per prepararsi al viaggio, grazie alla loro esperienza nel veder affrontare le avventure dai loro clienti.

Viaggio con agenzia o fai da te?

Si può volere l’avventura e non avere il tempo di organizzare in ogni particolare il proprio percorso ed individuare tutte le attività emozionanti disponibili, così si può decidere di affidarsi ad un professionista che ci possa proporre e preparare quello che desideriamo. Qualche esempio? L’agenzia Evaneos solitamente ricca di soluzioni per le varie esigenze, oppure decidere di dare un’occhiata ai siti specializzati come viaggiavventuranelmondo.it. Questa è un’ottima soluzione per chi ha poco tempo come per chi è alle prime esperienze con i viaggi avventura e necessita di un aiuto per capire cosa si può inserire in una vacanza emozionante e quali alternative si possono avere.

Per chi di tempo ne ha potrebbe essere già una vacanza mentale preparare il proprio viaggio e navigare sulla rete, oltre che con la fantasia, verso quelle mete verso cui poi si andrà veramente. In realtà, per un viaggio avventura in formato ridotto è sufficiente una giornata, uno zaino ben equipaggiato e un buon paio di scarpe e affrontare a piedi i dintorni del paese in cui ci troviamo, sia esso al mare, in montagna, in collina o in pianura e tutto può essere un’avventura, anche andare a casaccio e rischiare di prendere un po’ di pioggia durante il cammino.

Anche in una dimensione di percorso in formato ridotto come questa è importante pensare a cosa portare nel viaggio avventura. Se ci avviamo a piedi è importante avere il necessario in caso di pioggia, in caso di eccessivo sole, qualche scorta alimentare che ci possa essere di sostegno e un po’ di acqua. Sia per i viaggi lunghi che per quelli brevi poter tenere al sicuro il denaro che dobbiamo necessariamente portare con noi. In questo ci vengono in aiuto le carte in cui caricare i soldi, ma non sempre possono essere accettate in posti sperduti del pianeta, per cui sarà necessario premunirsi di più portafogli e di porta card schermati per evitare che campi elettromagnetici possano interferire con le card e lasciarci a bocca asciutta.

In ogni caso, gli accessori in commercio per questi viaggi potranno essere utili in molte altre occasioni: trolley, zaini con e senza trolley, cuscini gonfiabili, borsoni, marsupi e portafogli, tutti in colori un po’ mimetici per entrare nella giusta ambientazione. Di vita ne abbiamo una sola quindi rinunciamo alla paura e partiamo all’avventura!

TONY DI FIORE

Check Also

undici_flyer_a5_v1

“Undici”, la libertà di ogni donna dev’essere come il mare: sconfinata

Risulta ancora più clamoroso e significativo parlare di violenza sulle donne in questo momento, dopo …

Lascia un commento