Thumbnail: uno sguardo sui Valtura

THUMBNAIL1.Chi siete, da dove venite e che musica proponete.

Siamo Tommaso Seconi (compositore, chitarra-voce) e Danilo Pichilli (arrangiatore, batteria e pad elettronici). La nostra città di origine è Teramo, in Abruzzo. Lì è stato avviato questo progetto musicale. Successivamente ci siamo trasferiti a Bologna perché è una piazza migliore sotto tutti punti di vista. La musica che proponiamo si ferma principalmente a parlare di quelli che sono i nostri valori più forti, con un’attenzione particolare alle emozioni, alle persone e a tutto ciò che ci distingue come esseri umani, abbracciando temi attuali e storici che proponiamo con una musicalità tra folk e rock che man mano andiamo avanti diventa sempre più cantautoriale e leggera.

2.Il panorama musicale italiano aveva bisogno di voi?

Il panorama musicale italiano ha bisogno di tanti artisti diversi. Ovviamente non è detto che noi siamo tra questi, questo ce lo dirà chi ci ascolta, però siamo sicuri di avere qualcosa da dire e cerchiamo di dirlo nel migliore dei modi.

3.Se voi foste una meta da raggiungere con il “navigatore musicale”, quali coordinate di artisti del passato o del presente dovremmo impostare, come strada da percorrere per arrivare al vostro sound?

Non c’è un percorso ben definito: entrambi ci siamo evoluti nel tempo ascoltando artisti diversi, passando da generi ben distinti tra loro, con una predilezione per i cantautori.

4.Il brano del vostro repertorio che preferite e perché questa scelta.

Il nostro repertorio musicale è ovviamente molto più ampio rispetto a quello che abbiamo pubblicato (solo un album e due singoli). Prossimamente usciranno altri lavori ma in generale il brano che preferiamo diventa di volta in volta il nuovo nato. Attualmente, parlando dei pezzi pubblicati, il nuovo singolo Eloi Eloi è quello che preferiamo in questo momento. Potete ascoltarlo qui: https://www.youtube.com/watch?v=VU4vzuV1n_8. valtura2

5.Il disco che vi ha cambiato la vita.

Dischi degli altri troppi. Per quanto riguarda i nostri lavori poi ci sono diversi progetti in atto e speriamo che tra questi ci sia quello che possa fare la differenza.

6.Il vostro live più bello e quello invece peggio organizzato.

Fra i vari live in cui ci siamo esibiti ce ne sono stati sicuramente alcuni che ci hanno soddisfatto maggiormente e altri meno. I primi sicuramente sono stati quelli che ci hanno portato a maturare esperienza su palco: eravamo noi stessi ad essere meno organizzati, meno preparati, e perciò accadevano imprevisti evitabili. Con il tempo, maturando, abbiamo imparato a pianificare meglio l’organizzazione, in maniera tale da ottenere un risultato migliore e un maggiore divertimento tanto per noi quanto per chi ci ascolta.

7.Il locale di musica dal vivo secondo voi ancora troppo sottovalutato e, al contrario, quello eccessivamente valutato tra quelli dove avete suonato o ascoltato concerti di altri.

Ad essere sinceri non abbiamo mai considerato questo aspetto dei locali. Ogni locale ha il suo potenziale se organizzato bene. Fra le nostre esperienze nei locali dove ci siamo esibiti, dai più ristretti ai più ampi, abbiamo sempre riscontrato che ciò che più conta è quello che sei riuscito a trasmettere tu a chi ascolta.

valtura18.Le tre migliori band emergenti della vostra regione.

Tra quelle che conosciamo diciamo sicuramente:
Sandogall (indie, country folk, rock’n’roll): https://www.youtube.com/watch?v=rYRTgmtTnRQ
TNL (hip hop): https://www.youtube.com/watch?v=_zv-JIVfkHw.

9.Come seguirvi, contattarvi, scambiare pareri con voi.

Per seguirci i canali più diretti sono facebook e instagram, che aggiorniamo continuamente. Per scambiare opinioni è certo più interessante dal vivo, ma non sempre è possibile. Ecco i nostri contatti:
https://www.facebook.com/valturaofficial/
https://www.instagram.com/valtura_official/?hl=it.

10.La decima domanda, che mancava: “Fatevi una domanda e datevi una risposta”.

D: Come nascono le vostre canzoni?

R: Quando nascono le nostre canzoni è sempre un evento particolare, che non sempre hai deciso tu, più spesso ti capita in maniera imprevista, magari in un momento brutto, malinconico o magari in un momento pieno di felicità; è uno scatto improvviso in cui per 15 minuti sei completamente sconnesso da tutto ciò che ti circonda ma allo stesso tempo sei connesso con tutto il mondo. Sono i momenti in cui ci si sente meglio perché si avverte di trovarsi in equilibrio con se stessi.

Scrivere canzoni è un bisogno, un’esigenza che viene dal semplice fatto che fa stare bene perché permette di sfogarsi, di esprimere se stessi, di comunicare cose che in altro modo non si riesce a dire.

DORIANA TOZZI

Check Also

awavewalkingframe

::Video Rotation:: Awave – Walking

Lascia un commento