Informativa breve sull' uso di cookie ai sensi del provv n 229/2014 Garante Privacy

Breaking News

Thumbnail: uno sguardo sui Sorry!We are silly

THUMBNAIL1.Chi siete, da dove venite e che musica proponete.

Semplicemente Sorry!We are silly. Veniamo da diverse cittadine a nord ovest di Milano. Proponiamo la nostra interpretazione di quello che l’emo anni ’90 rappresenta per noi, un sound in cui le nostre influenze e il nostro gusto si fondono per dare sfogo alle nostre emozioni più profonde, al nostro bagaglio di esperienze personali.

2.Il panorama musicale italiano aveva bisogno di voi?

Questa è una domanda un po’ complessa a cui rispondere senza risultare pretenziosi o patetici. Quello che facciamo è cercare di portare nel panorama musicale in generale il nostro punto di vista nella maniera più onesta e schietta possibile. La vita è fatta di momenti sofferti e di esplosioni di felicità, ma questi due elementi sono sempre vasi comunicanti. Siamo qui per dare una speranza a tutte le persone come noi, emozionali, raccontando esperienze negative in ambiente musicale, che sa anche essere leggero.

3.Se voi foste una meta da raggiungere con il “navigatore musicale”, quali coordinate di artisti del passato o del presente dovremmo impostare, come strada da percorrere per arrivare al vostro sound?

Partendo dai Foo Fighters, dovreste scomporne il sound andando a ritroso, passando dagli Hey Mercedes. Dovreste immergervi nel punk rock dei The Get Up Kids e farvi cullare dalle melodie dei Mineral. Sarebbe necessaria infine una full immersion nell’ascolto di tutti gli artisti di etichette come Deep Elm, Jade Tree, Vagrant… Così avreste le coordinate per poter apprezzare al meglio il nostro sound.

4.Il brano del vostro repertorio che preferite e perché questa scelta. sorrywearesilly1

Ogni brano che abbiamo scritto racconta molto di noi, di momenti sofferti ma che sono stati motori di cambiamento in alcuni casi. Diciamo che però siamo tutti d’accordo sul fatto che Meet Me At The Pier è quello che meglio racchiude i concetti fondanti del nostro progetto. Potete trovare tutti i brani, e quindi anche Meet me at the pier, qui: https://sorrywearesilly.bandcamp.com/.

5.Il disco che vi ha cambiato la vita.

Luca: Orgia Pravednikov, Dveri! Dveri! (Двери! Двери!)
Andrea: Luis & Julian, Paquetazo de Coleccion
Ian: Per Gudmundson, Frifot (1991)
Santa: Lego, Dadilahy.

6.Il vostro live più bello e quello invece peggio organizzato.

Il live più bello è quello che forse ci ha mosso di più emotivamente è stato quello in acustico in apertura a Geoff Farina, che è un artista fondamentale per il processo formativo del nostro gusto artistico, insieme agli Ardecore.

Quello peggio organizzato, più per questioni esterne all’evento in sé, potremmo dire che è stato un live a Mestre, nel quale siamo stati lasciati senza dimora nel momento in cui siamo arrivati al locale. Per fortuna un amico è intervenuto dandoci un posto in cui stare. È stata un’esperienza divertente tutto sommato dormire sui tappeti.

sorrywearesilly27.Il locale di musica dal vivo secondo voi ancora troppo sottovalutato e, al contrario, quello eccessivamente valutato tra quelli dove avete suonato o ascoltato concerti di altri.

Un locale ancora sottovalutato è senz’altro il Circolo Gagarin di Busto Arsizio, locale in cui abbiamo deciso di presentare Connection Lost. Un ambiente di condivisione culturale davvero interessante. Il live stage suona bene e permette di creare una situazione molto accogliente e coinvolgente.

Sopravvalutato non conosco nessun locale: ognuno di quelli che conosco fa il suo lavoro con le possibilità di cui dispone.

8.Le tre migliori band emergenti della vostra regione.

Quercia. Sì, sono sardi, ma Luca, il cantante, vive a Milano e anche Cristiano, il chitarrista, è spesso da queste parti, quindi perché non inserirli? https://quercia.bandcamp.com/

Nient’Altro Che Macerie, il cui disco è stato prodotto dal nostro Ian e che tutti stiamo macinando da quando è uscito: https://nientaltrochemacerie.bandcamp.com/

Deaf Lingo, la band di Sandro, il nostro ex cantante, che ha appena fatto uscire un disco che suona molto punk rock ma con un bel tocco melodico: https://deaflingo.bandcamp.com/sorrywearesilly3

9.Come seguirvi, contattarvi, scambiare pareri con voi.

Potete seguirci e trovarci su:
Facebook: https://www.facebook.com/sorrywearesilly/
Bandcamp: https://sorrywearesilly.bandcamp.com
Instagram: https://www.instagram.com/sorrywearesilly/
Website: www.sorrywearesilly.com

10.La decima domanda, che mancava: “Fatevi una domanda e datevi una risposta”.

D: Cosa volete fare da grandi?

R: Sicuramente in fase embrionale abbiamo l’idea di produrre finalmente un full length, dato che, dopo aver prodotto due EP e un singolo, è un passo che ci manca e che vogliamo fare. Ma nel frattempo non escludiamo di poter pubblicare altri EP o singoli con brani arrangiati in maniera differente.

DORIANA TOZZI

Check Also

bardiquerunifyoucanframe

::Video Rotation:: Bardique – Run If You Can

Lascia un commento