Thumbnail: uno sguardo sull’Ottovolante

THUMBNAIL1.Chi siete, da dove venite e che musica proponete?

Siamo l’Ottovolante, veniamo da Petacciato (un paesino molto bello del Molise) e facciamo musica sperimentale.

2.Il panorama musicale italiano aveva bisogno di voi?

Personalmente seguo poco la musica italiana, il nostro approccio nel fare musica deriva più da altre correnti. Quando ci siamo trovati a scegliere se usare o no testi in italiano, abbiamo pensato che potesse essere uno svantaggio. Verdena e Afterhours hanno lasciato una forte impronta nel modo di fare rock in Italia. Inevitabilmente troppe band che somigliano ad altre band (chi mi sta leggendo e la pensa come me ha un’idea di quanto sia diverso comporre musica in altri posti del mondo).

La Battaglia Delle Mille Lepri è un disco nato dopo due anni in studio di registrazione, a ricercare quello che potesse più avvicinarsi al nostro mondo “Ottovolante”.

3.Se voi foste una meta da raggiungere con il “navigatore musicale”, quali coordinate di artisti del passato o del presente dovremmo impostare, come strada da percorrere per arrivare al vostro sound?

Penso che ci sarebbe da perdersi perché ascoltiamo vagonate di dischi. Personalmente potrei passare una giornata partendo col prendere una tazza di caffè con quello stronzo di Chopin passando a farmi un acido con i 13th Floor Elevators o una seduta spiritica con gli Electric Wizard.

4.Il brano del vostro repertorio che preferite e perché questa scelta. Ottovolante1

Non so gli altri, ma il mio pezzo preferito è La Mente Mente E Il Mondo È Pieno Di Luoghi Della Mente. Forse l’unico pezzo dove ho pensato a qualcosa di italiano, e non me ne vergogno di fare il suo nome, Vasco Rossi. Il sassofono nel finale di Vita Spericolata è stato fonte di ispirazione per il finale di La Mente Mente, che potete ascoltare qui: http://www.youtube.com/watch?v=jYC1gAwK9CE.

5.Il disco che vi ha cambiato la vita.

Il primo che mi viene in mente è Welcome To The Sky Valley, dei Kyuss.

6.Il vostro live più bello e quello invece peggio organizzato.

Il più bello è stato quello del 6 Aprile scorso al Contestaccio a Roma, locale meraviglioso, con molte sale e schermi dappertutto, la gente poteva vedere il concerto anche da fuori. Sarà perché era sabato o sarà per il bel tempo, ma quella sera il locale era strapieno di gente dentro e fuori. Nemmeno in sei dei nostri soliti live abbiamo ricevuto così tanti complimenti. Inoltre ci tengo a ringraziare pubblicamente Fefo e il fonico Nino per l’ospitalità e per il perfetto lavoro al mixer.

Il locale peggio organizzato dove abbiamo suonato è stato il Diesis di Caserta, un locale carino, non c’è che dire, ma organizzazione pessima e clientela diversa da come ce l’aspettavamo.

7.Il locale di musica dal vivo secondo voi ancora troppo sottovalutato e, al contrario, quello eccessivamente valutato tra quelli dove avete suonato o ascoltato concerti di altri.

Preferisco non rispondere, ché per noi band già suonare è difficile, se poi ci mettiamo a sputtanare anche i locali, è la fine. Posso però dire che un bel locale molisano è il Bobby’s Live di San Giacomo degli Schiavoni, gestito da gente in gamba e che sa proporre al pubblico una vasta scelta di proposte musicali. Hanno tutta la mia stima perché si impegnano molto e fanno suonare solo band con brani inediti andando contro i propri interessi economici visto che maggior parte dei locali molisani non fanno altro che proporre gruppi cover per motivi di facile utilizzo e pronto incasso.

Ottovolante28.Le tre migliori band emergenti della vostra regione.

Acid Tales: http://www.youtube.com/watch?v=K_Seu_uOXqE

The Memory: http://www.youtube.com/watch?v=o9Ahwdxgpn4

Sonic Flowers (da loro attendo maggiore impegno e originalità nei prossimi lavori): http://www.youtube.com/watch?v=-pj26_0o9Lg.

9.Come seguirvi, contattarvi, scambiare pareri con voi.

Ci trovate su facebook: https://www.facebook.com/pages/Ottovolante/201280883304860 e su bandcamp in free download: http://ottovolante.bandcamp.com/.

10.La decima domanda, che mancava: “Fatevi una domanda e datevi una risposta”.

D: Sei contento di questo sciopero?

R: “A facc ro’ cazz!” cit.

DORIANA TOZZI

Check Also

ilmuloantonioframe

::Video Rotation:: Il Mulo – Antonio

Lascia un commento