Informativa breve sull' uso di cookie ai sensi del provv n 229/2014 Garante Privacy

Thumbnail: uno sguardo sui Nero Lumière

THUMBNAIL1.Chi siete, da dove venite e che musica proponete.

Siamo un gruppo nato dall’esperienza musicale dei BpM, gruppo torinese attivo dal 2009; dopo aver snellito la formazione della band, precedentemente accompagnata da una sezione fiati, abbiamo deciso di ricreare un sound fresco e grintoso, rivedendo il nostro modo di comporre i brani. Dall’inizio del 2017 abbiamo cominciato a dedicarci a questo nuovo progetto che ci ha portato alla composizione del nostro primo album Chi fa da sé si estingue. Il genere che proponiamo potrebbe essere definito come cantautorale con influenze che vanno dal rock al folk. L’album spazia da brani più leggeri ad altri più energici, lasciando ampio spazio ai testi, a cui teniamo molto e che cerchiamo di mantenere sempre ricercati e accurati, scritti con l’aiuto dell’autore Lorenzo Demaria.

2.Il panorama musicale italiano aveva bisogno di voi?

Diciamo che sarebbe bello che qualcuno si affezionasse alle nostre canzoni, alla nostra musica e alle storie che ci piace raccontare; comunque lo facciamo indipendentemente dal fatto che il panorama musicale italiano abbia o meno bisogno di noi.

3.Se voi foste una meta da raggiungere con il “navigatore musicale”, quali coordinate di artisti del passato o del presente dovremmo impostare, come strada da percorrere per arrivare al vostro sound?

Le nostre canzoni rispecchiano naturalmente i nostri gusti e le nostre influenze. Ovviamente ognuno ha le proprie: passiamo agilmente dai Dream Theater ai cantautori italiani, ma il terreno che accomuna i gusti di tutti e formato da gruppi come i Calibro 35 e la PFM, oltre che i Nobraino e Max Gazzé.

4.Il brano del vostro repertorio che preferite e perché questa scelta. nerolumiere1

Non è facile capire quale sia il brano che apprezziamo di più, poiché ognuno ha un suo significato e, come spesso succede con la musica, c’è chi si ritrova coinvolto maggiormente in un brano piuttosto che un altro. Diciamo che Dimmi un po’, essendo la prima traccia dell’album nonché il primo singolo estratto, è per noi un brano importante perché segna il punto d’inizio in questo percorso.

5.Il disco che vi ha cambiato la vita.

Il nostro cantante adora A night at the opera dei Queen, il chitarrista e la bassista La buona novella di De André nella versione della PFM, la tastierista il Live at Central Park di Simon e Garfunkel, il batterista Metropolis pt.2: Scenes From a Memory dei Dream Theater.

6.Il vostro live più bello e quello invece peggio organizzato.

Abbiamo vissuto sicuramente delle esperienze molto positive e che non dimenticheremo facilmente. Tra le più emozionanti c’è stata l’apertura nel 2014 del concerto di Wallis Bird al Barrio, la sala era stracolma ed è stata una gran serata!

Il premio per la data peggiore se lo aggiudica sicuramente la serata in un locale che al momento non esiste più, e del quale non facciamo il nome tanto sarebbe inutile. La serata era stata spacciata per “concorso” ma pur essendo arrivati primi non abbiamo vinto nulla, in compenso abbiamo pagato a peso d’oro le consumazioni e le tessere per entrare nel locale! Imbarazzante!

7.Il locale di musica dal vivo secondo voi ancora troppo sottovalutato e, al contrario, quello eccessivamente valutato tra quelli dove avete suonato o ascoltato concerti di altri.

Torino è una città piena di locali e per fortuna non è raro trovarne qualcuno che permette di suonare dal vivo. Un locale sopravvalutato non saremmo in grado di nominarlo: di sicuro quelli che propongono alle band certi discorsi da “localari” del tipo: “Quanta gente mi garantisci?” non partono col piede giusto.

Ci sentiamo invece assolutamente di consigliare l’Alcool Torino, un locale giovane che punta sulla musica dal vivo in una posizione centralissima (lungo Po Cadorna) praticamente in Piazza Vittorio!

nerolumiere28.Le tre migliori band emergenti della vostra regione.

Sicuramente gli Eugenio in via di gioia, con il loro folk cantautorale, hanno ampiamente conquistato il panorama italiano. Altre realtà in crescita e al momento meno conosciute di Torino e dintorni sono gli Atlante, un trio davvero potente, che hanno da poco lanciato il nuovo singolo, Atlas (https://www.youtube.com/watch?v=czUFhYqOzO0), poi c’è Vea, che ha una grinta spaventosa: ha da poco fatto il release party del suo EP Posto Fisso, che si può ascoltare su Spotify (https://open.spotify.com/album/1yWfIEPugDPdg0P9t9DrB9?si=urEwyTGFTV64qnUdh7brag) e Julie and the cloud, che ci ha prestato la sua voce in un brano, sta per uscire con un suo nuovo lavoro in studio ed è veramente molto brava! (https://www.facebook.com/Julieandthecloud/).

9.Come seguirvi, contattarvi, scambiare pareri con voi.

Basta mettere un bel “Mi piace” sulla nostra pagina Facebook (https://www.facebook.com/nerolumiere) o seguirci su Instagram (https://www.instagram.com/nerolumiere/)  dove pubblichiamo gli aggiornamenti riguardo i nostri movimenti e i nostri live, o scriverci all’indirizzo e-mail (nerolumiere@gmail.com). Dal 6 aprile uscirà il nostro album su Spotify, iTunes, Amazon, Google Music, ecc… Infine, ma non meno importante, la data del release party: è il 13 aprile presso il Birrificio delle Officine Ferroviarie (https://www.facebook.com/officineferroviarie/).

10.La decima domanda, che mancava: “Fatevi una domanda e datevi una risposta”.

D: Siete carichi?

R: Siamo carichi!

DORIANA TOZZI

Check Also

dynamicaband

::Playlist:: by Dynamica – Music For Rebellion

Il nome scelto da questa band vuol essere già un biglietto da visita per il …

Lascia un commento