Informativa breve sull' uso di cookie ai sensi del provv n 229/2014 Garante Privacy

Thumbnail: uno sguardo su La Canaglia

THUMBNAIL1.Chi siete, da dove venite e che musica proponete.

Siamo La Canaglia, veniamo da Firenze e scriviamo canzoni; il nostro genere, se proprio lo dobbiamo definire, ci piace chiamarlo pop-amaro o “bitterpop”, come del resto abbiamo chiamato il nostro primo album.

2.Il panorama musicale italiano aveva bisogno di voi?

Credo che a livello artistico in generale gli artisti necessari siano davvero pochi e diventano tali solo quando la loro arte è riconosciuta. Diciamo che La Canaglia gradirebbe molto entrare a fare parte del novero di artisti e musicisti necessari, siamo sulla buona strada dai…

3.Se voi foste una meta da raggiungere con il “navigatore musicale”, quali coordinate di artisti del passato o del presente dovremmo impostare, come strada da percorrere per arrivare al vostro sound?

Mettendo le nostre coordinate come meta probabilmente il navigatore si bloccherebbe sul ricalcolo ma se dovessimo spiegare la strada a voce e a grandi linee, diremmo che in qualche modo attraverso i cantautori italiani, la canzonetta italiana anni ‘60 e un po’ di sano indie contemporaneo bisogna passare per forza.

4.Il brano del vostro repertorio che preferite e perché questa scelta.

Uno dei brani a cui siamo più legati è sicuramente Tardavera, oltre ad essere uno dei primi brani che abbiamo composto per questo disco, sul palco è quello che ci divertiamo di più a suonare. Potete ascoltarlo qui: https://open.spotify.com/track/4AgbFfLoV1GDLNRHW2KHwa?si=cPZiIU7FTj-6Rnf4KMAAIw

E qui trovate il videoclip: https://www.youtube.com/watch?v=qWJkVIkDwuU.

5.Il disco che vi ha cambiato la vita.

Ingresso Libero di Rino Gaetano. lacanagliabitterpopcover

6.Il vostro live più bello e quello invece peggio organizzato.

Il live in cui ci siamo divertiti di più sicuramente è stato quello che abbiamo organizzato per il primo anno di vita dell’Associazione Fiore Sul Vulcano, di cui siamo membri e fondatori. Abbiamo suonato nella stessa serata insieme a tutti i progetti musicali del collettivo (tutti nostri cari amici), montando in uno spazio enorme, vicino al parco delle Cascine di Firenze, due palchi uno di fronte all’altro, su cui ci alternavamo a suonare senza pause tecniche. Una serata indimenticabile.

Dimenticabile invece è stata la sorte di alcuni dei nostri concerti estivi, in una delle estati più aride di sempre abbiamo dovuto annullare ben tre date per pioggia!

7.Il locale di musica dal vivo secondo voi ancora troppo sottovalutato e, al contrario, quello eccessivamente valutato tra quelli dove avete suonato o ascoltato concerti di altri.

Parlando di Firenze, che è la situazione che conosciamo meglio, ci sono diversi locali che cercano di proporre ottima musica, come il Combo Social Club, la NOF e il BUH, spesso lasciando anche gratuita l’entrata. Ci abbiamo suonato e anche la situazione tecnica non ha mai creato problemi.

lacanagliaband8.Le tre migliori band emergenti della vostra regione.

Kelevra: https://www.youtube.com/watch?v=VwJMqabPFCY

Zeronauta: https://www.youtube.com/watch?v=71QcbEKVrhI

Cosimo Malamadre.

E presto anche un’altra di cui non si può dire il nome…

9.Come seguirvi, contattarvi, scambiare pareri con voi.

Abbiamo una pagina facebook che seguiamo attentamente così come la nostra pagina instagram, inoltre su youtube trovate i nostri video, divisi tra il nostro canale e quello della nostra etichetta.

https://www.facebook.com/La-Canaglia-568939249805603/

https://www.instagram.com/lacanagliaa/

https://www.youtube.com/channel/UCu7qrvskwzQUIw_dqTnM3oQ

https://www.youtube.com/channel/UC_Q2kXc9yVgORWBVUtF_MMA

10.La decima domanda, che mancava: “Fatevi una domanda e datevi una risposta”.

D: Di cosa vorreste ancora parlare?

R: Vorremmo prenderci uno spazio per consigliarvi di seguire Fiore sul Vulcano sui social, da due anni ormai a Firenze ci sono tante proposte nuove e interessanti, come da tempo non succedeva nella città di Dante. Con questo nuovo collettivo di artisti stiamo cercando di creare una scena solida, capace di attrarre concerti degli artisti nazionali che più ci piacciono e diretta alla promozione della musica originale prodotta in città, con speciale attenzione ai progetti che cantano in italiano. Prendetevi del tempo per ascoltarvi gli artisti del nostro collettivo, ne vale la pena: https://www.facebook.com/fioresulvulcano/.

DORIANA TOZZI

Check Also

noirandthedirtycrayonsparatechnicolorcover

Paratechnicolor: il pop rock nostrano secondo i Noir & The Dirty Crayons

Progetto davvero interessante quello dei Noir & The Dirty Crayons, che realizzano con Paratechnicolor un …

Lascia un commento