Informativa breve sull' uso di cookie ai sensi del provv n 229/2014 Garante Privacy

Thumbnail: uno sguardo sui Ki-MONO

THUMBNAIL1.Chi siete, da dove venite e che musica proponete.

Ci chiamiamo Ki-MONO e siamo Moreno (voce e chitarre), Davide (sintetizzatori, programming e chitarre), Phora (basso) e Teo (batteria).

Nasciamo nel 2015 a Novara e suoniamo rock elettronico.

2.Il panorama musicale italiano aveva bisogno di voi?

Sarebbe presuntuoso dire di sì e paraculo dire di no. Diciamo un salomonico nì: crediamo in quello che facciamo e crediamo anche di avere qualcosa da dire.

3.Se voi foste una meta da raggiungere con il “navigatore musicale”, quali coordinate di artisti del passato o del presente dovremmo impostare, come strada da percorrere per arrivare al vostro sound?

Diciamo che all’incrocio di Foo Fighters, Depeche Mode e Deftones ci dovreste vedere.

4.Il brano del vostro repertorio che preferite e perché questa scelta. KiMonoAvanguardieInospitaliCOVER

Siamo molto legati a Due, il primo singolo del disco. La realizzazione del videoclip è stata tortuosa anche per via della logistica perché il regista è di New York; vedere il prodotto finito però è stata una gran bella soddisfazione. Lo potete trovare qui: https://www.youtube.com/watch?v=yNZUKmoqoaw.

5.Il disco che vi ha cambiato la vita.

Be’, ce ne sono moltissimi ovviamente! Uno che ha segnato un po’ tutti potrebbe essere Make Yourself degli Incubus.

6.Il vostro live più bello e quello invece peggio organizzato.

Con questa formazione non abbiamo ancora esperienze da raccontare, nel bene o nel male. Con il precedente progetto invece ne abbiamo viste parecchie.

Il live più bello ed emozionante è certamente stato all’Heineken Jammin Festival del 2010, quando abbiamo diviso il palco con band internazionali come Thirty Seconds To Mars e Editors, seguito dall’apertura per Paolo Nutini a Verona davanti a migliaia di persone.

Il peggio organizzato è stato in un locale a Milano per cui avremmo dovuto suonare in elettrico su un palco che si è poi rivelato essere minuscolo. Il risultato è stata una scena alla Blues Brothers.

7.Il locale di musica dal vivo secondo voi ancora troppo sottovalutato e, al contrario, quello eccessivamente valutato tra quelli dove avete suonato o ascoltato concerti di altri.

Sicuramente, non solo per campanilismo, il Rock ‘N’ Roll Arena di Romagnano Sesia è sottovalutato. Ha ottima strumentazione (impianto e luci), buoni spazi e una valida programmazione. Abbiamo avuto anche situazioni difficili ma con spirito di adattamento si cerca comunque di tirare fuori il meglio.

KiMONO8.Le tre migliori band emergenti della vostra regione.

Nella nostra zona ci sono parecchie realtà valide: ci piacciono molto i Rumor (http://www.rumorband.it), i Pop James (http://popjames.bandcamp.com) ed i Voodoo (https://www.youtube.com/user/OfficialVoodooTV).

9.Come seguirvi, contattarvi, scambiare pareri con voi.

Il nostro sito ufficiale è www.ki-mono.it. Su Facebook siamo raggiungibili all’indirizzo https://www.facebook.com/kimonospinge e ci trovate anche su YouTube. Seguendo le orme di Machete, (per ora) non siamo su Twitter: “Ki-MONO non twitta”.

10.La decima domanda, che mancava: “Fatevi una domanda e datevi una risposta”.

D: Crowfounding o Do-it-yourself?

R: Noi preferiamo la seconda, infatti il nostro disco (Avanguardie Inospitali) è frutto di duro lavoro nel nostro studio insieme a Max Zanotti, che ha curato con noi la produzione artistica. Crediamo che debba essere l’artista in primis ad assumersi oneri ed onori del proprio lavoro.

DORIANA TOZZI

Check Also

emanueledabbonoleonessecover

Le “Leonesse” di Emanuele Dabbono: un’energia live tutta da scoprire

Suoi sono brani come Il Conforto, Valore Assoluto o l’ultimo Buona (Cattiva) Sorte scritti per …

Lascia un commento