Informativa breve sull' uso di cookie ai sensi del provv n 229/2014 Garante Privacy

Breaking News

Thumbnail: uno sguardo su Girless (Premio iThinkMag @San Emo)

THUMBNAIL1.Chi sei, da dove vieni e che musica proponi.

Mi chiamo Tommaso, in arte Girless. Vengo da Viserba ma abito a Bolzano. Faccio musica triste.

2.Il panorama musicale italiano aveva bisogno di te?

Assolutamente nessuno sentiva il bisogno di un altro cantautore ma ormai avevo scritto delle canzoni e mi pareva giusto continuare a rompere le balle a tutti.

3.Se tu fossi una meta da raggiungere con il “navigatore musicale”, quali coordinate di artisti del passato o del presente dovremmo impostare, come strada da percorrere per arrivare al tuo sound?

Direi Billy Bragg, Woody Guthrie, Rocky Votolato. A una certa puoi anche fare una deviazione verso Jawbreaker e Weakerthans ma brevissima perché non mi azzardo a spingermi così in alto.

4.Il brano del tuo repertorio che preferisci e perché questa scelta.

Sicuramente uno dei brani a cui sono più legato è Ernest (qui il video: https://www.youtube.com/watch?v=qAC5dDoTn6g), perché è uno dei primissimi brani che ho scritto quando ho cominciato questo progetto solista e perché penso sia uno dei più riusciti. Ad ogni modo, tutto ciò che ho scritto e inciso si può trovare in streaming e free download su girlessorphan.bandcamp.com quindi fate come volete. girless1

5.Il disco che ti ha cambiato la vita.

Non penso che questo disco mi abbia cambiato la vita (per quello comunque ce ne sarebbero tanti), ma è quello che per primo mi ha fatto venire voglia di scrivere canzoni da solo con la chitarra acustica, ed è The places you have come to fear the most di Dashboard Confessional.

6.Il tuo live più bello e quello invece peggio organizzato.

Il live più bello per location e atmosfera è stato probabilmente ad Anghiari, dove ho suonato in un giardino pensile e a fine concerto delle bambine mi hanno pure fatto cadere dei fiori addosso.

Per quello peggio organizzato ricordo una data in un bar a Nola, in provincia di Napoli, in cui venne pochissima gente e a fine serata il promoter mi dette metà del cachet pattuito, aggiungendo che con quei soldi avrei anche dovuto pagarmi il bed & breakfast. Ho preso i soldi, ho salutato e ho dormito in macchina davanti a un autogrill.

7.Il locale di musica dal vivo secondo te ancora troppo sottovalutato e, al contrario, quello eccessivamente valutato tra quelli dove hai suonato o ascoltato concerti di altri.

Uno dei miei preferiti è l´Arci Dallò a Castiglione delle Stiviere, che spero continui a fare concerti per tanti anni. Dalle mie parti adoro il The Brews di Cesenatico dove c´è una atmosfera rara da trovare in altri posti e oltretutto organizzano concerti bellissimi di artisti italiani e stranieri.

Quello sopravvalutato, boh, lo stadio di San Siro?

girless28.Le tre migliori band emergenti della tua regione.

Non so se si possano definire emergenti, ma ti dico le prime che mi vengono in mente tra i miei amici: Lantern, Urali, Zachary.

9.Come seguirti, contattarti, scambiare pareri con te.

Su facebook basta cercare Girless e mi si trova, solitamente rispondo in brevissimo tempo. Per concerti invece scrivere a Luca di NoReason Booking. Myspace esiste ancora?

10.La decima domanda, che mancava: “Fatti una domanda e datti una risposta”.

D: Sono graditi fascisti e leghisti ai tuoi concerti?

R: No.

DORIANA TOZZI

Check Also

imaialicvlitoframe

::Video Rotation:: I Maiali – cVlto

Lascia un commento