Thumbnail: uno sguardo su Gin Gerani

THUMBNAIL1.Chi sei, da dove vieni e che musica proponi.

Sono Gin Gerani, cantarrangiatore (cantautore+arrangiatore) bolognese di musica art-latin rock, progressive pop e cantautorato demenziale.

2.Il panorama musicale italiano aveva bisogno di te?

Il panorama musicale italiano ha bisogno della neoavanguardia demenziale del terzo millennio, siamo in tanti, siamo bravi, spacchiamo, ci divertiamo e facciamo divertire tantissimo la gente! “Lardo” ai giovani – onda d’urto demenziale (https://www.facebook.com/lardoaigiovani/?fref=ts) è l’iniziativa per la creazione della nuova scena demenziale non solo bolognese ed emiliana ma anche italiana e io sono fiero di appartenere a questo filone. Quindi sì: c’è bisogno anche di me.

3.Se tu fossi una meta da raggiungere con il “navigatore musicale”, quali coordinate di artisti del passato o del presente dovremmo impostare, come strada da percorrere per arrivare al tuo sound?

Partiamo dal passato e arriviamo al presente: Bach, Mussorgsky, Scott Joplin, Bartok, Fred Buscaglione, Enzo Jannacci, Giorgio Gaber, Tom Waits, Sting, Iron Maiden, Skiantos, Vasco Rossi, Litfiba, Stratovarius, Vinicio Capossela, Ska-P, Giorgio Vanni, Arctic Monkeys, The Killers, Raphael Gualazzi, Stromae.

4.Il brano del tuo repertorio che preferisci e perché questa scelta. GinGerani1

Indubbiamente Salvador Dalì (Soundcloud: https://soundcloud.com/gin-gerani/caona-vocacledo-09-salvador-dali, Youtube: https://www.youtube.com/watch?v=HFrcG3F5EDw), perché adoro le associazioni mentali libere, il parossismo e la follia surrealista.

5.Il disco che ti ha cambiato la vita.

La Krema, la raccolta dei migliori singoli degli Skiantos dal 1977 al 2002, acquistato nel 2003.

6.Il tuo live più bello e quello invece peggio organizzato.

Beh il primo live (15 luglio 2011) è stato il più bello, perché era la prima volta che suonavo con tutta la band e non potrò mai dimenticare il momento in cui mi sono tagliato una ciocca di capelli davanti a tutti, me la sono attaccata sotto il naso per simulare dei baffi e ho iniziato a cantare la sigla di Italian Spiderman.

Il peggiore (12 Giugno 2014) un live in un centro sociale bolognese disorganizzatissimo, dove nessuno sentiva una mazza, la gente non capiva una mazza e poi tutti i membri della band mi hanno dato addosso anche se non dipendeva tutto da me. Detto questo adoro i centri sociali: il problema è che quella giornata è stata organizzata male a prescindere che si trattasse di un centro sociale.

7.Il locale di musica dal vivo secondo te ancora troppo sottovalutato e, al contrario, quello eccessivamente valutato tra quelli dove hai suonato o ascoltato concerti di altri.

Sottovalutate direi che sono le piazzette delle vie delle città (i cosiddetti social street). Ho suonato e ho sentito varie band suonare nei social street; per esempio esiste un’ iniziativa simpatica come Il concerto dal balconcino a Torino (https://www.facebook.com/pages/Il-Balconcino-Via-Mercanti-3/702126943162117?fref=ts), però mi rendo conto che sia ancora una realtà che seppur presente fa fatica a partire, poiché sottovalutata da molte persone.

Sopravvalutate invece sono le discoteche: ho suonato in diverse discoteche sia con la band sia come semplice pianista di pianobar e per quel che mi riguarda sembra proprio che alla gente che va in discoteca interessi solo ascoltare quello che mette il DJ.

GinGerani28.Le tre migliori band emergenti della tua regione.

Allora io direi:

Feat Esserelà (prog rock, funk, acid): https://www.youtube.com/channel/UCQZHDqx6yO419Tz_x4gPYjA/videos

Catarsi Vivi (Alternative rock demenziale): https://www.facebook.com/CatarsiVivi/app/178091127385/

Palco Numero Cinque (Progressive pop metal cantautorale): https://www.youtube.com/user/PalcoNumeroCinque/videos

9.Come seguirti, contattarti, scambiare pareri con te.

Seguitemi e contattatemi su:

Sito ufficiale: www.gingerani.it

Facebook: www.facebook.com/gingerani

Youtube: www.youtube.com/gin-gerani

Twitter: https://twitter.com/gin_gerani

Mail: info@gingerani.it

10.La decima domanda, che mancava: “Fatti una domanda e datti una risposta”.

D: Cosa rappresenta la musica per te?

R: Ogni artista ha un tratto o narcisista, o misterioso, o confuso o troppo astruso per essere espresso tramite una disciplina puramente scientifica. La musica, come l’arte più in generale, è la forma di espressione migliore per quel che mi riguarda, poiché mi permette di ricercare continuamente una coerenza introvabile, semplicemente modulando il suono, in tutte le sue caratteristiche intrinseche (altezza, volume, timbro), a mio piacimento.

DORIANA TOZZI

Check Also

secretsighttheremustbeawayframe

::Video Rotation:: Secret Sight – There must be a way

 

Lascia un commento