Informativa breve sull' uso di cookie ai sensi del provv n 229/2014 Garante Privacy

Breaking News

Thumbnail: uno sguardo sui Dorom Dazed

THUMBNAIL1.Chi siete, da dove venite e che musica proponete.

Ciao, siamo attualmente un duo, Tiziano Piu (voce, chitarra) e Federico Diana (chitarra). Nell’ep hanno suonato anche Giovanni Serra al basso e Alessandro Castellano alla batteria, in qualità di collaborazione. Il nostro progetto nasce a Cagliari ma siamo nati e vissuti a Carbonia. Facciamo un rock alternativo con venature grunge e metal.

2.Il panorama musicale italiano aveva bisogno di voi?

Non proponiamo niente di particolarmente rivoluzionario, la nostra musica è espressione del nostro io ma c’è posto un po’ per tutti nel panorama musicale italiano ormai inflazionatissimo. L’importante è essere sinceri con quello che si fa.

3.Se voi foste una meta da raggiungere con il “navigatore musicale”, quali coordinate di artisti del passato o del presente dovremmo impostare, come strada da percorrere per arrivare al vostro sound?

Partirei dalla Seattle anni ‘90 (Nirvana, Alice in Chains) per poi passare attraverso gruppi come Therapy?, Deftones e arrivare ai nostri Verdena e Marlene Kuntz.

4.Il brano del vostro repertorio che preferite e perché questa scelta. doromdazed1

Tiziano: Probabilmente dell’ep il brano a cui tengo maggiormente è It’s not me in quanto più sofferto e intimo.

Federico: Per quanto mi riguarda scelgo anche io It’s not me: mi diverte e mi carica allo stesso tempo suonare questo pezzo.

Potete ascoltarlo da qui https://soundcloud.com/crashsound/dorom-dazer-its-not-me

5.Il disco che vi ha cambiato la vita.

Tiziano: Non c’è un disco in particolare, sono diversi quelli che mi hanno sconvolto. Quello che mi ha fatto avvicinare all’alternative rock è sicuramente Mellon Collie and the infinite sadness degli Smashing Pumpkins. Da lì sono tornato un po’ indietro con il rock anni ‘70, il dark e la wave anni ‘80, infine il metal e il grunge dei primissimi anni ‘90.

Federico: Il disco che mi ha cambiato la vita? Sicuramente In utero dei Nirvana. Ricordo ancora la prima volta che lo ascoltai: ero in gita scolastica, sul pullman un mio compagno aveva il walkman con quella cassetta e gli chiesi di poterlo ascoltare un po’; da lì fu amore a prima vista anzi, a primo ascolto!

6.Il vostro live più bello e quello invece peggio organizzato.

Col progetto Dorom Dazed non abbiamo ancora attività live, stiamo provando in sala per delle date previste per inizio 2017.

7.Il locale di musica dal vivo secondo voi ancora troppo sottovalutato e, al contrario, quello eccessivamente valutato tra quelli dove avete suonato o ascoltato concerti di altri.

Se parlo della nostra zona secondo me il migliore palco è quello del Fabrik, probabilmente si meriterebbe ancora più attenzioni per quello che offre.

Eccessivamente valutato non saprei, son talmente pochi dalle nostre parti…

doromdazed28.Le tre migliori band emergenti della vostra regione.

Mario Inghes (Post industrial, dark wave): https://www.facebook.com/marioinghes/?fref=ts

David Baker (Dark wave, post punk): https://davidbakerwave.bandcamp.com/releases

Mario Nardi & Underground Sunshine Drum Ensemble (Folk, pop, blues, indie): https://www.facebook.com/mnusde/?pnref=lhc.

9.Come seguirvi, contattarvi, scambiare pareri con voi.

Potete trovarci su:

https://www.facebook.com/doromdazed/

http://www.ghostrecordlabel.com/

Per contatti: doromdazed@gmail.com

10.La decima domanda, che mancava: “Fatevi una domanda e datevi una risposta”.

D: Ci sarà un’evoluzione nel vostro suono in futuro?

R: Sì, Shameless è l’inizio di un percorso che speriamo ci porti a sperimentare diversi territori. Sicuramente non ci piacerà ripetere le stesse cose in futuro, la scoperta e la ricerca di nuove sonorità sarà importante per poter crescere ed evolverci verso nuovi orizzonti.

DORIANA TOZZI

Check Also

lannocaldoframe

::Video Rotation:: Lanno – Caldo

Lascia un commento