Informativa breve sull' uso di cookie ai sensi del provv n 229/2014 Garante Privacy

Thumbnail: uno sguardo sui Baciamolemani

THUMBNAIL1.Chi siete, da dove venite e che musica proponete.

Siamo i Baciamolemani, veniamo da Ragusa e proponiamo tropicalismo.

2.Il panorama musicale italiano aveva bisogno di voi?

Non ci siamo mai chiesti se qualcuno o qualcosa avesse “bisogno” dei Baciamolemani. Noi amiamo suonare tanto (specialmente dal vivo) e divertirci nel farlo. Ai posteri l’ardua sentenza.

3.Se voi foste una meta da raggiungere con il “navigatore musicale”, quali coordinate di artisti del passato o del presente dovremmo impostare, come strada da percorrere per arrivare al vostro sound?

Partiremmo dai caraibi di Harry Belafonte e Toots and the Maytals, passando per le rumbe mediterranee fino ad arrivare ai racconti di provincia di Paolo Conte e a quelli più cittadini di Lucio Dalla.

4.Il brano del vostro repertorio che preferite e perché questa scelta.

Non ci resta che farvi ascoltare il nostro ultimo singolo, Franca, e il relativo videoclip. Ci piace quello che accade quando la suoniamo dal vivo, essendo un pezzo che dà sempre spazio a improvvisazioni nella sua parte “parlata”. In qualsiasi posto ci troviamo, ci permette di sentirci esattamente dove siamo in quel momento, facendoci uscire dalla routine di un concerto e uno spettacolo provato tante volte. Ecco il link: https://www.youtube.com/watch?v=ABR9-u7X1gM

(Se qui sotto vedete uno spazio bianco invece del video, dovete cliccare su”Acconsento” nelle norme sulla privacy in alto alla pagina, ndr)

5.Il disco che vi ha cambiato la vita.

Sono parecchi e tutti completamente diversi. In particolare Burnin’ di Bob Marley and the Wailers, Max Romeo & Tribù Acustica, Clandestino di Manu Chao e il doppio live all’Arena di Verona di Paolo Conte.

6.Il vostro live più bello e quello invece peggio organizzato.

Per i live più belli dovremmo sicuramente andare a pescare tra quelli effettuati all’estero. Abbiamo in particolare avuto l’onore di suonare alla Sala Paradiso di Amsterdam, un club dove si sono avvicendati negli anni “artisti” quali Pink Floyd, Rolling Stones e Nirvana. Un luogo dove tutto è perfetto e qualsiasi musicista viene trattato coi guanti bianchi.

Per i concerti peggio organizzati potremmo invece scrivere un libro ma preferiamo stenderci sopra un velo.baciamolemani1

7.Il locale di musica dal vivo secondo voi ancora troppo sottovalutato e, al contrario, quello eccessivamente valutato tra quelli dove avete suonato o ascoltato concerti di altri.

È difficile rispondere, visto che sono cambiate parecchie cose negli ultimi anni. Parecchi club storici hanno chiuso, così come molti centri sociali un tempo in auge si sono dovuti ridimensionare. Oggi i locali dove suonare sono luoghi sempre più piccoli (spesso semplici bar), quasi a rimarcare il fatto che nella musica italiana esistono solo la serie A e la serie Z. A differenza di quello che accade all’estero, il pubblico in Italia difficilmente paga un biglietto per andare a vedere qualcosa che non conosce già.

8.Le tre migliori band emergenti della vostra regione.

Purtroppo non siamo a conoscenza di band emergenti nel senso stretto del termine. È più facile trovare chi si improvvisa “producer” che qualcuno che imbracci una chitarra elettrica in garage.

9.Come seguirvi, contattarvi, scambiare pareri con voi.

Ci trovate qui:
www.blmband.com
https://www.facebook.com/BLMband/
https://www.instagram.com/baciamolemani_official/
e ovviamente su youtube!

baciamolemani210.La decima domanda, che mancava: “Fatevi una domanda e datevi una risposta”.

D: La vita è un sogno o i sogni aiutano a vivere?

R: La risposta è dentro di noi… ma è sbagliata.

DORIANA TOZZI

Check Also

noirandthedirtycrayonsparatechnicolorcover

Paratechnicolor: il pop rock nostrano secondo i Noir & The Dirty Crayons

Progetto davvero interessante quello dei Noir & The Dirty Crayons, che realizzano con Paratechnicolor un …

Lascia un commento