Thumbnail: uno sguardo su Angelo Ceci

THUMBNAIL1.Chi sei, da dove vieni e che musica proponi.

Ciao, io sono Angelo, un produttore di musica. Vengo dalla Puglia, precisamente da Barletta, e tramite l’uso di sintetizzatori e drum-machine produco tracce prettamente elettroniche contaminate da sbalzi di umore (techno, industrial, ambient). Non amo qualificarmi in un genere ben preciso. La musica è libertà di espressione!

2.Il panorama musicale italiano aveva bisogno di te?

Credo che il panorama musicale italiano abbia bisogno sempre di autenticità, sempre di verità e passione. Dico questo, sembrerà banale, perché purtroppo nella musica (ne sono fermamente convinto) si sono persi molti valori: principalmente il valore della comunicazione e del dare. Viviamo in un’epoca in cui la musica passa in secondo piano, lasciando spazio a tutto ciò che non è musica, tutto ciò che è secondario per un artista. I talent, ad esempio: lì non c’è musica perché non c’è libertà bensì costruzione artefatta di un bel visino che possa vendere qualche milione di dischi poi possa esser gettato che via nell’oblio. Ma perché? Perché alla fine è tutto usa e getta: zero verità e zero autenticità.

3.Se tu fossi una meta da raggiungere con il “navigatore musicale”, quali coordinate di artisti del passato o del presente dovremmo impostare, come strada da percorrere per arrivare al tuo sound?

Bella questa! Io non uso navigatori, non vi saprei rispondere. Se devo raggiungere una meta preferisco chiedere a qualcuno che sa e che può darmi l’indicazione corretta. I navigatori molte volte sbagliano.

A parte gli scherzi potete impostare su Angelo Ceci e vi darà la giusta meta! E, se vi può essere di aiuto, sono uno sporco rocker amante dell’elettronica, quindi non faccio altro che “buttare” il rock’n’roll nella musica elettronica.

4.Il brano del tuo repertorio che preferisci e perché questa scelta. angeloceci1

Tutti, sono tutti figli miei e amo tutti i miei figli. Magari in questo periodo vi segnalo Angelo, di cui è uscito da pochissimo il videoclip ufficiale per la regia di Attoterzo, e che è stato scelto come primo singolo di lancio del disco che uscirà il 27 gennaio e che conterrà anche collaborazioni importanti. Questo è il link del video: https://www.youtube.com/watch?v=61H6xmtwgxU.

5.Il disco che ti ha cambiato la vita.

Jean Michel JarreOxygene 3.

6.Il tuo live più bello e quello invece peggio organizzato.

Partendo dal presupposto che amo esprimermi e comunicare verso un pubblico recettivo, curioso e pronto a incassare emozioni, se devo essere sincero non ricordo il live più bello! Alla fine per quanto mi riguarda, preferisco sempre il palco, ma solo per una questione di spettacolo e potenza sonora, quindi potrei dirvi Monica Vede, Hormonika, ma vi devo confessare che alla fine di tutto la cosa che mi interessa è comunicare, dare emozioni, scuotere la parte più intima di chi è pronto a fidarsi di me e lasciarsi andare per una o due ore in questo mio viaggio introspettivo, oscuro e mistico. E quindi alla fine il posto non conta, conta il clubbers, conta chi hai davanti e mi basta anche solo una persona, che ha deciso di darsi senza paura. Dare, semplicemente, sia da parte mia che da parte della dancefloor.

7.Il locale di musica dal vivo secondo te ancora troppo sottovalutato e, al contrario, quello eccessivamente valutato tra quelli dove hai suonato o ascoltato concerti di altri.

Mah, alla fine so solo dirvi che purtroppo lo spazio per le band live è ristretto, ora come ora, e quindi, onestamente tutti i locali che oggi danno l’opportunità di far suonare le band live con musica inedita hanno tutta la mia più grande stima, perché lì c’è musica, lì c’è verità.

angeloceci28.Le tre migliori band emergenti della tua regione.

Be’ il mio amico Molla fa un bel pop emozionante a volumi forti: https://www.facebook.com/mollamusica/?fref=ts

I Be Where invece fanno un rock elettronico con suoni puliti, puntuali, particolari e precisi nella scelta e sono davvero una bella realtà assolutamente da ascoltare: https://www.facebook.com/bewhereband/?fref=ts

Poi Ambo Funk, un duo hip hop/funk dal groove esagerato: https://www.facebook.com/AMBOFUNK/?fref=ts.

9.Come seguirti, contattarti, scambiare pareri con te.

Semplicemente dalla mia pagina fan facebook: https://www.facebook.com/angelocecilive/?fref=ts da cui trovate anche i link per seguirmi sul canale youtube, su soundcloud, etc…

10.La decima domanda, che mancava: “Fatti una domanda e datti una risposta”.

D: Mmm, la mia musica piace?

R: Brevemente dico che potrei farmi mille fisse e paranoie mentali ma per fortuna ho capito che la mia musica sono io, in lei sono me stesso, quindi apro la mia sfera più intima e oscura del mio animo senza regole e senza paure. Con la musica mi libero ed accettarsi così come si è alla fine è la cosa più importante, perché siamo unici, tutti lo siamo, ognuno di noi ha qualcosa di unico, di speciale e di singolare; basta saperlo riconoscere e non aver paura di mostrare a tutti il proprio io, quello vero, quello che non porta maschere, quello che serve per vivere in un mondo migliore.

Grazie iThink per l’intervista: è stato un bel viaggio!

DORIANA TOZZI

Check Also

altrovebollecover

Le ansie e le gioie di una generazione nelle “Bolle” di Altrove

Altrove, al secolo Marco Barbieri, è uno dei produttori più affascinanti del panorama indipendente italiano. …

Lascia un commento