Informativa breve sull' uso di cookie ai sensi del provv n 229/2014 Garante Privacy

Tag Archives: letizia bognanni

Tanta voglia di crescere e qualche contraddizione nel nuovo album dei Management Del Dolore Post Operatorio

madedopounincubostupendocover

“Ci vuole stile, anche per morire. Ci vuole stile, lo stile non c’entra niente col vestire”. L’ultima traccia di Un incubo stupendo, nuovo lavoro dei Management Del Dolore Post Operatorio, sembra una tardiva dichiarazione d’intenti: forse è arrivato il momento di crescere, di non essere più “il gruppo che si cala i pantaloni al concerto del primo maggio”. O almeno …

Read More »

Buone intenzioni ma poca originalità in Muoviti, il nuovo album di Michele Cristoforetti

michelecristoforettimuoviticover

Leggiamo che i proventi delle vendite di quest’album saranno devoluti a un’associazione di volontariato che si occupa di famiglie in difficoltà. Sicuramente un gesto ammirevole, ma c’è da dire subito che la beneficenza è davvero l’unica ragione valida per dare dei soldi a questo Muoviti di Michele Cristoforetti, che, al di là delle buone intenzioni, supera a pie’ pari il …

Read More »

Festa degli innamorati elettro-dark-wave con Trentemøller allo Spazio 900 di Roma

trentemoller2017b

The dark side of San Valentino. Sì è vero, telefonatissima, ma non è colpa nostra se è il 14 febbraio e se la musica di Trentemøller, per quanto ultimamente possa essersi addolcita, non è esattamente da baci perugina. Tutta gioia, quindi, per quelli che, accoppiati o single, nella serata degli innamorati bramano solo di sfuggire a palloncini a cuore, fiori, …

Read More »

Baustelle e “L’amore e la violenza”: avevano promesso un ritorno oscenamente pop e così è stato

baustellelamoreelaviolenzacover

Il disco è uscito da una settimana e già ne hanno dette di ogni: “E ma i Pulp”, “E ma Battiato”, “E Sandokan”, “E Morricone”… E veramente? Nel 2017 e al settimo album vogliamo sentirci brillanti a nominare i Pulp e Battiato per dire che i Baustelle non sono originali? Dai, ragazzi, siamo seri, e magari teniamoci le accuse di …

Read More »

Il (poco) grosso grasso matrimonio ebraico di Chani Kaufman nel vivace romanzo di Eve Harris

eveharrisilmatrimoniodichanicopertina

Sposarsi a diciannove anni, vergine, con un ragazzo che si conosce appena. Non è una storia di tempi remoti, e nemmeno un racconto ambientato sotto una qualche dittatura teocratica. Siamo a Londra, nel 2008. Chani e Baruch però vivono nella capitale inglese – e nel mondo occidentale – solo fisicamente, perché spiritualmente e culturalmente appartengono a un mondo lontanissimo, quello …

Read More »

Un’immersione nelle profondità umane con Plancton, “il Kid-A di Alessandro Fiori”

alessandrofioriplanctoncover

Alessandro Fiori dice che Plancton è il suo Kid-A, e un po’ ci sta. Il suo quarto album solista è un disco oscuro, ostico, perfino respingente. Ma una volta che hai preso coraggio e ti sei tuffato, è difficile poi riemergere indifferente. Più probabile essere risucchiato da questa materia magmatica di suoni liquidi che somigliano tanto ai più profondi abissi …

Read More »

Umiliani, Trovajoli, Morricone: tre maestri reinterpretati dai brillanti allievi Junkfood ft. Enrico Gabrielli

junkfoodgabrielliitalianmasterscover

Cosa rimane di nuovo da fare e da dire in un mondo dove si dice che tutto è già stato fatto, tutto è già stato raccontato e tutto è già stato suonato? La domanda tormenta molti, e la risposta, per chi non crede che sia ancora possibile dire, fare, inventare cose nuove ma che non crede nemmeno che questo significhi …

Read More »

Spietato e asciutto racconto del presente in “La guerra di domani” dei Sorge di Clementi

sorgelaguerradidomanicover

“Accetto il mondo, non ho scelta”, declama con il suo inconfondibile timbro pungente e amaro Emidio Clementi. La voce narrante di Accetto tutto, e dell’intero album La guerra di domani, è quella di un essere umano che si arrende al mondo e lo abbraccia così com’è. È una dichiarazione di odio, bellezza, amore e orrore, è la realtà nuda e …

Read More »

La danza dark degli Editors e la grande conferma del Siren Festival

EditorsSiren2016iThinkMag11WEB

Quando due anni fa cominciarono a circolare le prime voci riguardo al Siren Festival eravamo tutti un po’ perplessi. I National? I Mogway? A Vasto? Ma veramente? Non è che la città fosse proprio abituata ai grandi nomi internazionali. Poi tutti i dubbi vennero fugati da un festival bello, ricco e ben organizzato e venne anche la seconda edizione e …

Read More »

Bruce Springsteen a Rock In Roma, un Circo Massimo di irrefrenabile entusiasmo

BruceSpringsteen1

Dicono che il mondo si divide in chi ama Bruce Springsteen e chi non l’ha mai visto dal vivo. Ora, magari sarà radicale, ma si sa che nei modi di dire c’è sempre almeno un fondo di verità, e in questo caso non si può negare che, anche senza arrivare necessariamente all’amore, è impossibile alla prima esperienza con un suo …

Read More »