Breaking News

Maraviglioso Boccaccio: un film per i giovani di ieri e di oggi

MaravigliosoBoccaccioLOCANDINASiamo nella Firenze del 1348 travagliata dalla peste e sette fanciulle e tre giovani si rifugiano in campagna nell’attesa che l’epidemia abbandoni la città. Per trascorrere le giornate, i dieci ragazzi decidono di raccontare ogni giorno delle brevi storie a tema. Passione, erotismo, eventi drammatici, situazioni grottesche, malattie e morte, sono solo alcuni degli argomenti scelti dai protagonisti. Ciò che i protagonisti scopriranno alla fine, è che il vero protagonista di tutto è l’amore, nelle sue innumerevoli sfumature. E sarà proprio questo nobile sentimento l’arma migliore per configgere ogni sofferenza.

Quella che i Fratelli Taviani portano sul grande schermo è una rivisitazione surreale di una delle opere più affascinanti e rappresentative della letteratura italiana: il Decameron di Boccaccio.

Il testo trecentesco viene sapientemente utilizzato per analizzare la gioventù contemporanea, esasperata da un presente brutale e corroso dalla crisi, tanto economica quanto socioculturale. Il film vuole dimostrare che le angosce e le paure che attanagliano gli adolescenti d’oggi solo le stesse che provavano i loro coetanei del ‘300.

Mentre Pasolini, nel suo Il Decameron, decise di soffermarsi sugli aspetti più erotici e sensuali dell’opera boccacciana, Maraviglioso Boccaccio si sofferma sui punti più innocui e sentimentali.

L’unica novella comune ai due film è quella della badessa e della consorella, entrambe vittime del peccato della carne, che però viene trattata dai fratelli Taviani con più velocità ed eccessiva superficialità rispetto alla versione originale.

La ricostruzione della location è fedele, così come la riproduzione dei costumi, il tutto condito da un uso intelligente della musica, alternando melodie classiche (Rossini, Verdi e Puccini) ad ambientazioni sonore decisamente più moderne.

Il cast è formato da alcuni dei più talentuosi attori della scena italiana. La performance migliore è senza dubbio quella di Kim Rossi Stuart che ci regala un’interpretazione intensa, ironica e teatrale di Calandrino, un uomo stolto e violento che picchia la moglie perché più colta di lui. Un lavoro meno brillante è invece quello svolto da Vittoria Puccini e Riccardo Scamarcio che, relegati nell’episodio meno riuscito del film, vestono i panni di Monna Catalina e di Gentile Carisendi in modo troppo moderno e poco coinvolgente.

Kasia Smutniak, Lello Arena, Michele Riondino, Carolina Crescentini, Paola Cortellesi, Flavio Parenti, Josafath Vagni e Jasmine Trinca sono gli altri protagonisti di quest’opera corale, che non lascia comunque spazio ad alcuna stonatura.

Per concludere, Maraviglioso Boccaccio è un film per i giovani di ieri e di oggi, una pellicola in cui si intrecciano il fascino del passato, la consapevolezza del presente e l’insicurezza del futuro.

SABRINA LANZILLOTTI

Check Also

genitorivsinfluenceranteprimaimmagine

Genitori vs Influencer: quando l’insostenibile leggerezza del web surclassa la lotta generazionale

Paolo (Fabio Volo), stimato professore di filosofia, è il padre single e premuroso di una …

Lascia un commento