Informativa breve sull' uso di cookie ai sensi del provv n 229/2014 Garante Privacy

Atmosfere dark che si immergono nella Roma classica con “Veni Vidi Vici” di Mænifesto

MaenifestoVeniVidiViciCOVERSiamo riusciti a carpire pochissime informazioni riguardanti il progetto Mænifesto, e forse proprio questa componente sfuggevole serve per addentrarci in Veni Vidi Vici, nuova produzione discografica composta da nove tracce.

Un ascolto abbastanza organico che ci permette di saggiare al meglio le capacità artistiche: atmosfere elettroniche declinate in un mood dark permettono la totale immersione nella Roma classica introdotta nei titoli di ogni canzone; c’è una matrice musicale coerente, ma c’è anche la capacità di spaziare e ramificare l’impronta, come nel brano For all eternity, piacevole variazione sul tema in chiave acustica che può rappresentare un nuovo sentiero da sviluppare.

Di contraltare, al giro di boa il disco appare forse troppo coeso e manca qualche episodica sperimentazione: tale scelta può favorire i puristi del genere ma può coincidere con un allontanamento dei timpani più “novizi”.

Tirando le somme di Veni Vidi Vici, abbiamo certamente a che fare con un disco interessante ed a tratti eclettico, ma la scelta di Mænifesto (stringendo la messa a fuoco sulla seconda metà della tracklist) può rivelarsi una lama a doppio taglio: apertura genera apertura e ci auguriamo di ascoltare buone nuove nelle prossime uscite discografiche.

Il video di Pantheon: https://www.youtube.com/watch?v=psCx91YgRBs

MÆNIFESTO sui social: https://www.facebook.com/manifestomusiceurope

GIANDOMENICO PICCOLO

Check Also

riformaciaocarissimocover

Ciao carissimo: l’esordio pacato dei grossetani Riforma

I Riforma sono un terzetto di Grosseto che, dopo una lunga gavetta di circa 10 …

Lascia un commento