Breaking News

Il Mondo In Testa: la terapia dell’incontro

gegetelesforoilmondointestacoverÈ un disco terapeutico Il Mondo In Testa, ultimo lavoro di Gegè Telesforo, un disco che cura in questo tempo sospeso. Una vera iniezione di positività per chi ascolta, grazie alla terapia dell’incontro: incontro con le diversità, con le culture, con i profumi e i colori del mondo, le contaminazioni, i ritmi, ma anche l’incontro col proprio io, con la riscoperta della propria energia, della forza di volontà, della necessità di sentirsi liberi di esprimersi, liberi di muoversi col proprio ritmo, ma allo stesso tempo in sintonia con gli altri e col mondo che ci circonda.

Fondamentali per l’efficacia di questo farmaco musicale sono i principi attivi rappresentati dalla creatività e dai valori che da sempre appartengono all’artista pugliese: solidarietà, fratellanza, apertura, multietnicità, libertà, amore universale, speranza, unione, scambio culturale. Principi attivi che mescolati a voci, strumenti e contributi di amici vecchi e nuovi (Ainè, Daniela Spalletta, Simona Severini, Lello Analfino, Seby Burgio, Pasquale Strizzi, Domenico Sanna, Michele Santoleri, Peppe Sannino, Alfonso Deidda, Dario Deidda, Christian Mascetta, Max Ionata, Enrico Intra, Jymie Merrit, Arnaldo Santoro, Sergio Aranda) entrano in circolo sprigionando nove tracce di benessere: dalla title track manifesto alle energetiche Genetica Dell’Amore e Sentieri Arditi, dallo scat di Nommo alla delicatezza di Cancion Para Sara e Time Tai Chi, dalla freschezza delle due versioni de La Religione Dell’Universo alla sensuale e vellutata Mille Petali.

Posologia: all’occorenza.

Controindicazioni: nessuna.

Effetti collaterali: strano senso di libertà, iperpositività, occhi sorridenti, cuore pieno.

Questo il sito ufficiale dell’artista: http://www.gegetelesforo.it/

Qui il link al video di Il Mondo In Testa realizzato dal video-artist newyorkese Dominique Bloink:

CINZIA DASCOLI

Check Also

ifastimeritiamoframe

::Video Anteprima: iFasti – Meritiamo

Ritroviamo una delle nostre band preferite, iFasti. Quest’anno, precisamente il 4 marzo, avevamo già curato …

Lascia un commento