Informativa breve sull' uso di cookie ai sensi del provv n 229/2014 Garante Privacy

“Maschere” e tradizione nel nuovo album solista del cantautore Davide Pagnini

DavidePagniniMaschereCOVERDavide Pagnini ha lo stile classico dei cantautori italiani, raffinato e giovane. Un sound folk-pop che alterna le ballads melodiche a ritmi coinvolgenti.

Classe 1988, la sua giovane età è racchiusa in dodici inediti che vanno a costituire il primo album solista, Maschere: amore e visione moderna del mondo, un viaggio di vita dell’era 3.0 con quella classe e quell’atmosfera introspettiva di un vero cantastorie.

L’artista pesarese, che si era già fatto conoscere con il precedente progetto Ebanoh, con questi brani merita di entrare di diritto a far parte della aitante leva cantautorale nazionale. Grazie a palchi prestigiosi come quello di Sanremo Giovani, Pagnini sta riscuotendo un apprezzabile successo di critica e pubblico in un’era nella quale, sempre più spesso, la bella musica passa in secondo piano rispetto a canzoni dai testi poveri, dai ritmi sincopati, buone per le discoteche del sabato sera. Tristezza.

Nel musicista marchigiano si avvertono invece le influenze dei grandi nomi come Fabi e Silvestri, Cremonini e Jovanotti. I testi parlano dell’amore vissuto da chi condivide la sua età, del tempo che passa e della società moderna con una chiave melodica, una chitarra acustica sempre protagonista e arrangiamenti studiati ad hoc per fungere da adeguato background al suo messaggio.

Proprio del tempo che scorre tratta il nuovo singolo/videoclip Alla Follia, una ballad su quanto ce ne voglia per costruire la propria vita, raggiungere i propri scopi e la fatica per le proprie conquiste, e quanto poco ne basti, semplici istanti, perché queste possano essere ridotte in cenere. Un tema molto caro ad ogni cantautore, la vita. E l’amore, le emozioni, le passioni, come quelle raccontate nel singolo Rosso di Sera: altra ballata dal ritmo più presente, una canzone ottima per l’estate ormai alle porte.

Un album, Maschere, che è un valido esempio di come la passione per le cose belle sia ancora viva nella nuova generazione, che spesso viene descritta come priva di emozioni e di valori. Un ottimo lavoro di cui si vuole sentire ancora parlare, il lavoro di Davide Pagnini, una promessa su cui puntare.

La pagina FB dell’artista: https://www.facebook.com/davidepagniniofficial/?ref=tn_tnmn

Il video di Alla Follia: https://www.youtube.com/watch?v=PrfJtguMeXY

BORJA BOLCINA

Check Also

julieshaircutinvocationandritualdancecover

“Invocation and ritual dance of my demon twin”: il raffinato settimo album dei Julie’s Haircut

Scrivere dei Julie’s Haircut non è mai facile, perché sintetizzare in poche parole costruzioni musicali …

Lascia un commento