Informativa breve sull' uso di cookie ai sensi del provv n 229/2014 Garante Privacy

Davide Berardi si rimette in gioco e punta in alto con “Chi si accontenta muore”

davideberardichisiaccontentamuorecoverAmico caro che c’è? È che io non son più lo stesso e stai per dirmelo che dopo non è come adesso. Devo rimettermi in gioco anche se quello che ho è poco. Devo tornare a giocare anche se mai vincerò…” questo è il ritornello di Cinque Minuti, il primo singolo estratto da Chi Si Accontenta Muore, nuovo lavoro discografico del cantautore di Martina Franca (TA), Davide Berardi.

A quattro anni di distanza dall’uscita di Cantinaria, Davide si è rimesso in gioco ma, al contrario del protagonista di Cinque Minuti, lui aveva veramente tanto: tanto da dire, da raccontare. Tante storie da ascoltare e scoprire ascolto dopo ascolto in un album dove sonorità moderne intrecciano alla perfezione la tradizione. Oltre alla chitarra di Davide, che accompagna sempre con incisiva discrezione la sua bella voce, tanta attenzione è stata data agli strumenti tutti, in particolar modo alle percussioni ed agli archi. Plauso a Carmine Fanigliulo ed alla sua viola, che avvolge piacevolmente l’ascoltatore. Ma anche le chitarre elettriche e gli strumenti a fiato. Tutto è stato ben pensato e calibrato dando al disco quel giusto equilibrio musicale che ti trasporta.

Tra gli importanti musicisti che hanno collaborato con Davide figurano Fabrizio Luca, Mario Rosini e Camillo Pace. Ma non solo. Gli arrangiamenti, la produzione artistica e la post-produzione sono stati curati da Antonello D’Urso e Vince Pastano (Liquido Produzioni) che sono anche intervenuti come chitarristi.

Cinque Minuti, in quanto primo singolo, è la prima storia raccontata da Davide: quella di due amici che si salutano a fianco dei binari di un treno. Tra chi resta e chi parte c’è il confronto di sogni e di speranze per il domani. Mia Terra, brano che apre l’album, e Senza Dire Niente (Mio Padre) vedono l’importante collaborazione con Roy Paci. Copo E Cristal può essere definita una vera e propria favola in musica mentre Ninnarella è una storia commovente e triste, arricchita dalla collaborazione di Eugenio Bennato. E poi ancora tanti bei consigli per una vita che va sempre vissuta senza tregue per esser raccontata in Cento E Mille. Ne Lu Brigante va sottolineata la musica ritmata della tradizione, triste Il Filo e, dopo aver raccontato de L’Amore Di Lunetta, l’album si chiude con Addio Al Celibe.

Veramente un bel lavoro che vi consigliamo di ascoltare.

Hanno suonato in Chi Si Accontenta Muore anche Francesco D’Amicis (batteria e percussioni), Mino Indraccolo (bassi), Giancarlo Pagliara (pianoforte, fisarmonica), Bruno Galeone (fisarmonica), Francesco Ferrara (fiati), ed ancora Silvia Manigrasso, Max Messina, Vincenzo Presta, Gianluca Ria, John Lui, Marco Rollo, Mike Minerva, Antonio De Marianis.

Chi Si Accontenta Muore è prodotto dalla Corte Dei Miracoli, sostenuto da FREE-D MUSIC e promosso con il sostegno di Puglia Sounds – P.O. FESR Puglia 2007-2013 Asse IV.

Il sito di Davide Berardi è: www.davideberardi.it/

Per vedere il video di Cinque Minuti basta cliccare su: www.youtube.com/watch?v=bPipgDZEHZo

MARIACLELIA LABBATE

Check Also

ildubbiocontoipassiframe

::Video Rotation:: Il DUbbio – Conto i passi

Lascia un commento