Informativa breve sull' uso di cookie ai sensi del provv n 229/2014 Garante Privacy

Capodanno bastardo: sarà proprio vero che le feste sono sempre buone?

capodannobastardocopertinaQualche anno fa uscì sugli schermi Babbo Bastardo, un film su un Babbo Natale decisamente sui generis che, a dispetto delle perplessità iniziali, ha ottenuto un successo tale da far realizzare un sequel. Alla base del film l’idea che le feste comandate tanto attese e sempre circondate da quell’aura di perfezione, come recitano le pubblicità passate in televisione, in realtà sono tutt’altro.

Sulla stessa scia si colloca la raccolta di racconti Capodanno bastardo – A bastard new year, a cura di Estelle ed edito da Damster, un nutrito numero di storie scritte da giovani e meno giovani autori, tutte ambientate a Capodanno e dintorni e con un fil rouge che le unisce tra loro, poiché tutte sono basate sulla speranza di incontrare un amore.

L’idea della relazione sentimentale di fine anno però non deve far pensare a storie commoventi e romantiche perché invece la raccolta è al contrario ironica e molto politically uncorrect.

Ogni scrittore ha voluto dare il “peggio” di sé facendo appello a grosse dosi di cinismo.

Qualche volta si sorride amaramente o scappa una lacrimuccia, certe altre ci si turba ma perlopiù si ride anche sadicamente, perché in queste storie eccessive, surreali ed esagerate comunque ci si rispecchia. In fondo ognuno ha vissuto a suo modo un “Capodanno bastardo” e leggere delle disavventure altrui ha un meraviglioso potere terapeutico.

Qui la scheda del libro: http://www.damster.it/index.php/features/scriptor/item/capodanno-bastardo-a-bastard-new-year

FRANCESCA BARILE

Check Also

asuondiparole2017promo

A suon di parole: il concorso letterario per ritrovare il piacere di leggere

Molto spesso si sente dire che, almeno in Italia, ci sono più scrittori che lettori. …

Lascia un commento