Informativa breve sull' uso di cookie ai sensi del provv n 229/2014 Garante Privacy

Breaking News

::Playlist:: by Greta – A Relaxed Sunday Afternoon with Greta

gretasmusicGreta è un’artista giovanissima (classe 2001) ma cresciuta a pane e musica da padre italiano e madre italo-americana.

Questo mese ha esordito con il suo primo lavoro, Wonderful, prodotto a Londra da David Ezra e distribuito da Spinnup, e con il primo singolo omonimo, il cui videoclip ha visto alla regia Lorenzo Catapano, già alle prese con diversi artisti del panorama musicale nazionale, è stato presentato in anteprima proprio sui nostri canali (leggete qui la presentazione del singolo e videoclip di Wonderful: http://www.ithinkmagazine.it/video-anteprima-greta-wonderful/).

Per scavare più a fondo nel background di questa promettente artista le abbiamo chiesto di redigere per noi una playlist con alcuni brani che ama e che hanno contribuito alla sua formazione e abbiamo scoperto gusti variopinti e raffinati, eterogenei ma in buona parte rivolti ad artisti stranieri, con due sole eccezioni.

Greta, inoltre, ha deciso di selezionare i brani in modo tale da forgiare una playlist perfetta una domenica pomeriggio dedicata al totale relax, per questo il titolo della sua playlist è “A Relaxed Sunday Afternoon with Greta”.

Ascoltatela qui di seguito e lasciatevi trasportare da questo viaggio musicale:

::Playlist:: by Greta – “A Relaxed Sunday Afternoon with Greta

George EzraBudapest

Uno dei miei artisti britannici preferiti, con un timbro vocale pazzesco e unico. Questa canzone mi ha fatto interessare per la prima volta al folk americano e alla chitarra acustica. È stata quindi una canzone significativa per il mio percorso musicale, fonte d’ispirazione per le mie prime canzoni. Mi sentivo perciò in dovere di metterla nella playlist. Ho avuto il piacere di vedere live quest’artista due volte: a Capannelle – Rock in Roma e al 9.30 Club di Washington DC.

Joss Stone (feat. Nneka)Babylon

Un’altra artista britannica che ho sempre ascoltato e che ho sempre avuto nelle cuffie. È una bellissima persona, amo la sua musica e per questo non ho scelto una sua canzone ma il live in Nigeria girato durante il suo tour africano un anno fa, o poco più. Artista bravissima che considero ai livelli di Amy Winehouse e Janis Joplin. Mio padre (Roberto Mariani, cantante noto in Italia negli anni ’90) fin da quando ero ancora nel passeggino mi ha sempre portata a concerti e mi ha sempre fatto sentire buona musica e proprio grazie a lui ho conosciuto quest’artista.

Dirty PawsOf Monsters And Men

Completamente innamorata del mood di questo gruppo islandese che riesce a raccontare una storia tutta da vivere in ogni canzone. Il disco My Head Is An Animal mi ricorda i miei viaggi negli States. Mia mamma è italo-americana e avendo quasi tutti i miei parenti lì, ogni anno la mia famiglia ed io cerchiamo di passare qualche mese appunto negli States. Questo disco mi riporta nelle larghe autostrade della Virginia piene di verde intorno.

Gruppo super consigliato, molto rilassante.

X AmbassadorsDon’t Stay

Voce pazzesca in questo video, registrata live su base originale della canzone. Uno dei miei gruppi americani preferiti che ho conosciuto grazie al brano Renegades, tratto dall’album VHS.

Portugal. The ManFeel It Still

Canzone uscita già da un anno, ma esplosa da poco. Trovo molto interessante la musica di questo gruppo americano, proveniente da Wasilla (Alaska). Questo brano unisce diversi generi, dall’inciso pop. È una canzone che mi dà la carica e che riesce a far sentire l’ascoltatore un po’ “badass”, come dico io (ahahah!).

Jessie ReyezFigures

Ho scoperto da poco quest’artista colombiana-canadese dal timbro graffiante. Canzone sicuramente dal mood triste che racconta le sensazioni dopo una rottura.

James BayLet It Go

Una delle mie canzoni preferite che ho conosciuto quasi tre anni fa grazie ad un live acustico di Burberry su youtube. Insieme a George Ezra, James Bay è stato uno dei primi artisti inglese che mi hanno fatto iniziare a scrivere canzoni “vere” e che mi hanno fatto interessare molto al folk acustico. È uno dei pochi che si può considerare un “vero” artista ed è un ragazzo che merita tanto. Sono molto legata ai suoi due album The Dark of the Morning e Chaos and the Calm.

Diodato (feat. Roy Paci)Adesso

Una delle poche canzoni e dei pochi artisti che ascolto in italiano. Testo molto bello che rispecchia un po’ la società moderna e le sue pecche. Come ho detto prima, provengo da una famiglia non completamente italiana, l’inglese quindi è la mia seconda lingua con la quale scrivo naturalmente le mie canzoni. Fin da piccola ho sempre ascoltato musica internazionale, nonostante mio padre cantasse in italiano. Proprio per questo non ho mai ascoltato troppa musica italiana e non ne sono mai stata tanto attratta in questi anni. Da piccola però mi ricordo che in macchina capitava di sentire artisti come Rino Gaetano, Fabrizio De Andrè, Francesco De Gregori, Battiato e mi piacevano molto.

RadioheadKarma Police

Anche questa, una delle canzoni che mi ha segnato l’infanzia e che ho sempre adorato. Insieme a Creep e No Surprises, Karma Police è un capolavoro che non stanca mai e che non ha coordinate spazio tempo.

Sigur RósHoppípolla

Molto particolare questo gruppo islandese post-rock che ha segnato la mia infanzia e che ascolto sempre per rilassarmi o per sentirmi ispirata.

Anne MarieGentleman

Artista britannica molto brava, ultimamente dedita al pop. L’ho scoperta grazie a questa versione live acustica alla SBTV a Londra del brano Gentleman, poi mai prodotto ufficialmente in una versione studio. La seguo molto e ha ispirato alcune mie canzoni dal punto di vista dei contenuti e della forza che mette e trasmette sempre nelle sue performances. È una donna forte, difficile da abbattere e senza peli sulla lingua, che è il senso che un po’ vuole anche dare il mio singolo estratto dall’omonimo EP, Wonderful. Cioè, di non mollare mai e di essere sempre forti, dimenticando le esperienze negative del passato che potrebbero abbatterti.

CalcuttaFrosinone

Un altro dei pochi artisti italiani che a volte ascolto. Conosciuto grazie al successo di questa canzone, mi ricorda l’estate passata con il mio gruppo di amici in Sicilia che mi hanno fatto conoscere questo artista per niente scontato. Mi piace molto la sua semplicità nella scrittura delle canzoni e i contenuti dei suoi testi.

Check Also

shameless1

Thumbnail: uno sguardo sugli Shameless

1.Chi siete, da dove venite e che musica proponete. Noi siamo gli Shameless veniamo da …

Lascia un commento