Informativa breve sull' uso di cookie ai sensi del provv n 229/2014 Garante Privacy

Non Solo Star: Rocco Papaleo

basilicatacoasttocoastlocandinaDeve amare profondamente la musica e la propria terra Rocco Papaleo a giudicare  dal suo primo film da regista, quel Basilicata Coast To Coast che ha sorpreso alla sua uscita, ma che riesce magicamente ad ogni visione ad affascinare lo spettatore. In questo film, infatti, assistiamo alla rocambolesca, romantica, commovente e al tempo stesso divertentissima traversata via terra della Basilicata, a piedi, da parte di un gruppo di musicisti strampalati che devono arrivare a Scanzano Jonico per partecipare ad una manifestazione canora. Loro sono Le Pale Eoliche e il loro leader, ovviamente, è lo stesso Papaleo, nei panni di Nicola, un professore di matematica con la passione smodata per la musica e con un piglio del tutto anticonvenzionale. Insieme a lui, gli amici di una vita, ognuno con una propria storia e un proprio “carattere”, come nelle migliori commedie che si rispettino. Tra di loro, spiccano un istrionico e irrefrenabile Alessandro Gassman e un inedito Max Gazzè, qui al suo esordio come attore, nella sorprendente interpretazione di un uomo che, a causa di un trauma vissuto nel passato, ha deciso di non esprimersi più con la sua voce, ma solo con il suo strumento.

A documentare la rocambolesca impresa arriva una giornalista locale (interpretata da Giovanna Mezzogiorno), che insieme a loro ritrova una gioia di vivere e una verve che aveva ormai perso in un’esistenza noiosa e ripetitiva, nonché priva di stimoli.

Un percorso formativo, quindi, che sortisce su ognuno dei protagonisti (tra i quali il sempre valido Paolo Briguglia nei panni di un altro componente della band) un effetto salvifico, portando alla conoscenza di sé e dell’altro e insengnando loro la genuinità del rapporto con la propria terra e la positività che può derivare dalla realizzazione, seppur in piccolo, dei propri sogni.

Un viaggio, quello di Basilicata Coast To Coast, che ovviamente assume una valenza metaforica e ci restituisce non solo uno spaccato geografico-antropologico se vogliamo abbastanza inedito (di questa regione non sentiamo parlare quasi mai e addirittura simpaticamente il regista all’inizio del film ci restituisce l’apparente anonimia della Basilicata, tuonando “e dateci la nostra mafia!”), ma anche la forza trascinante e propulsiva della musica. basilicatacoasttocoastframe

Inutile rimarcare il fatto che, al di là dell’ottimo tema di fondo e della semplicità asciutta ed equilibrata col quale viene raccontato, un punto di forza essenziale di questo film è costituito dalla colonna sonora composta dagli assurdi brani “alla Jannacci” della band (irresistibile Pane e Frittata) e dalla bellissima Mentre Dormi dello stesso Gazzè.

E, pur non mancando sbavature soprattutto in fase di sceneggiatura e di tratteggio di alcuni personaggi, con le solite “pesantezze” narrative tipiche di un certo tipo di commedia e con alcuni retoricismi che in qualche modo spezzano un po’ la sospensione dell’incredulità, Basilicata Coast To Coast ha il piccolo-grande merito di riconciliarci con la semplicità delle cose, a partire da un rapporto magico e diretto con la terra, con l’aria, con la natura, col paesaggio in generale, fino ad arrivare alla giovialità che una “canzonetta” può trasmettere, rallegrando chi si predispone a questo approccio “rustico” e al tempo stesso intenso alle piccole gioie che ognuno di noi può ricavare vivendo un’esistenza volta all’autoaffermazione e alla condivisione.

RITRATTO DELL’ATTORE

roccopapaleoNon solo attore o cabarettista, ma anche sceneggiatore, regista e addirittura musicista. Rocco Papaleo, grazie ad una fisicità molto caratteristica e ad una “parlata” ben riconoscibile, ha saputo costruirsi un “personaggio” che ha fatto dell’eleganza e dell’ironia i suoi marchi di fabbrica, con quello stile comico mai smargiasso che lo contraddistingue.

Come regista, subito dopo Basilicata Coast To coast, ha diretto anche Una piccola impresa meridionale e Onda su onda, film nei quali ha lavorato con attori come Riccardo Scamarcio, Barbara Bobulova e i già citati Alessandro Gassman, Giovanna Mezzogiorno ed altro ancora.

Come attore, invece, è stato diretto da registi del calibro di Mario Monicelli, Francesca Archibugi, Paolo Virzì, Michele Placido, Daniele Ciprì e molti altri. Ha anche recitato in film di grande successo come I Laureati (è presente in tante pellicole di Leonardo Pieraccioni infatti), Cado dalle nubi, Nessuno mi può giudicare, Che vuoi che sia, The Place e potremmo fare una lista quasi infinita.

In TV ha avuto un ruolo sempre più preponderante, soprattutto dopo aver presentato il Festival di Sanremo nel 2012. Successivamente l’abbiamo visto anche a Zelig e a Ballando con le stelle, per citare solo alcuni dei programmi nei quali è stato coinvolto.

Trailer del film: https://www.youtube.com/watch?v=iLZh1rVLpRo

Video di Mentre Dormi: https://www.youtube.com/watch?v=d8FVfC9HStc

ALESSANDRA CAVISI

Check Also

similitudo2018

#Similitudo: come il confronto tra diverse culture può essere linfa vitale per tutti

Mai come in questo momento storico, con l’avvicendarsi di post e notizie sui social che …

Lascia un commento