Informativa breve sull' uso di cookie ai sensi del provv n 229/2014 Garante Privacy

Recensioni

“Re-Birth” di Pier Bernardi dimostra che la musica può far davvero rinascere

pierbernardirebirthcover

Re – Birth, cioè “rinascita”, quella che il bassista Pier Bernardi ha voluto affrontare con un intero disco, il primo album dopo un lungo ed interessante percorso musicale, che giunge alle nostre orecchie come tutt’altro che un esordio. Questo disco si compone infatti di dieci pezzi strumentali, intimi e ben cesellati. Sì, sembra quasi il lavoro di un artigiano rinascimentale, …

Read More »

Iron Mais: con “The Magnificent Six” si presentano i “magnifici sei” del punk agricolo

ironmaisthemagnificentsixcover

Qualcuno probabilmente li ricorderà come partecipanti a un’edizione del format televisivo X-Factor, cosa che immagino abbia dato loro un certo slancio di notorietà. L’assiduità con cui calcano le scene live del nord Italia in ogni caso suggerisce come il rischio di avere a che a fare con le solite baracconate costruite a tavolino per questo tipo di programmi sia alquanto …

Read More »

La coinvolgente miscela folk e rock di “Koffer”, il nuovo disco ad opera di Ian Fisher

ianfisherkoffercover

Arriva direttamente dal Missouri il disco di questa odierna recensione: il suo titolo è Koffer, realizzato da Ian Fisher. Fortemente improntato alla concertistica live, l’approccio alla musica da parte dell’artista è diretto, dinamico ma al tempo stesso non scade sbrigativo e dozzinale: le undici tracce che compongono la release discografica sono artisticamente riconducibili al folk e ventate cantautorali più vicine …

Read More »

Lo “Stupefacente!” secondo album de Losburla, tra rock, cantautorato e bamboccioni

losburlastupefacentecover

Secondo disco per il cantautore piemontese Losburla (alias Roberto Sburlati), nonché il primo sotto l’etichetta INRI e che si avvale, per la produzione, del preziosissimo Carmelo Pipitone (Marta sui Tubi). Stupefacente! si presenta come un album di cantautorato rock con influenze stoner ma incentrato su sonorità asciutte e linearità, pur mantenendo una certa eterogeneità nei brani. Volutamente impreciso e lo-fi …

Read More »

Gusto eclettico e percorsi eterogenei nell’esordio de il dEli

ildelilostupidochecantacover

Con il disco Lo stupido che canta, distribuito da Tunecore, il dEli, all’anagrafe Roberto Deliperi, esordisce come cantautore nel mondo della musica. Musicista e polistrumentista piemontese, il dEli costruisce un percorso di stili e suoni eterogenei che ne mettono a nudo anima e sensibilità. Lo stupido che canta, infatti, spazia dal rock alla disco, dal reggae al cantautorato, fino al …

Read More »

Hippie Dixit: un Mediterraneo psichedelico nel lungo viaggio di Amerigo Verardi

amerigoverardihippiedixitcover

Mea culpa per non aver mai ascoltato Amerigo Verardi. Doppio mea culpa per non averlo mai ascoltato nonostante sia in giro da trent’anni e nonostante sia un mio corregionale. Triplo, quadruplo, e quanti volete voi, mea culpa per il ritardo con cui tratto questo signor doppio cd, ultima prova del musicista brindisino. Tanto poderoso nella lunghezza e tanto ricolmo di …

Read More »

Cesare Basile e il suo viaggio archetipico raccontato attraverso una musica senza confini

cesarebasileufujutusunescichifacover

Dirò una banalità, eppure per qualcuno non lo è: non esiste la razza italiana. Non esiste nessuna razza, siamo tutti di sangue misto, la purezza non è che un mito. Nel “sangue” così come nella lingua, così come nella musica. E per questo anche la musica più local e tradizionale è fatta di migrazioni e contaminazioni, ed è questo che …

Read More »

Paranormal: il metal nel 2017 secondo Alice Cooper

alicecooperparanormalcover

Alice Cooper, dopo qualche comparsata nel mondo del cinema (celebre la sua apparizione in Dark Shadow di Tim Burton) torna finalmente a fare quello che gli riesce meglio: un album di puro e sfrenato rock. Il buon vecchio Vincent Damon Furnier, da decenni tra le principali leve dell’heavy metal, non ha intenzione di tramontare e continua a sfornare degli album …

Read More »

Il tempo non (d)esiste, ovvero come La Differenza sa rendere inediti brani già conosciuti

ladifferenzailtemponondesistecover

Il gruppo abruzzese La Differenza balzò agli onori della cronaca nel lontano 2005, quando si presentò al Festival di Sanremo nella categoria Giovani con l’interessante brano Che farò. Da allora molte primavere sono trascorse, ma la band non ha mai smesso di lavorare, andare in tour e comporre musica. Il 5 Maggio è, infatti, stato pubblicato il loro ultimo album: …

Read More »

“Invocation and ritual dance of my demon twin”: il raffinato settimo album dei Julie’s Haircut

julieshaircutinvocationandritualdancecover

Scrivere dei Julie’s Haircut non è mai facile, perché sintetizzare in poche parole costruzioni musicali peculiari può spesso risultare riduttivo, ingiusto. Ci proviamo dopo aver ascoltato Invocation and ritual dance of my demon twin, settimo episodio discografico della band con all’attivo ventitré anni di carriera nel panorama alternativo. Atmosfere eteree ed episodi molto più simili a suite musicali che a …

Read More »