Informativa breve sull' uso di cookie ai sensi del provv n 229/2014 Garante Privacy

Cinema

It: quando a terrorizzare non è tanto il malefico clown quanto la paura di crescere

itlocandina

Sono tantissime le trasposizioni cinematografiche e televisive delle innumerevoli opere di Stephen King, così come sono tante le opinioni contrastanti che ogni volta le stesse generano nei suoi fan. Di solito si tende ad essere molto critici, se si escludono alcune pietre miliari della settima arte incontrovertibilmente intoccabili come Shining e Le Ali Della Libertà, ma non solo. Nell’ultimo periodo, …

Read More »

L’inganno: dopo le “vergini suicide” Sofia Coppola torna con un film tutto al femminile

lingannoframe

Siamo nel sud degli Stati Uniti, durante la terribile Guerra di Secessione, e le protagoniste sono le abitanti di un collegio femminile che si ritrovano ad ospitare un soldato nemico, portato a casa da una di loro che, imbattutasi nell’uomo durante una passeggiata nei boschi, decide di portarlo in salvo per carità cristiana. L’equilibrio (apparente) della loro “comune” viene sconquassato …

Read More »

Non solo star: Charlie Chaplin

charliechaplin

Agli albori della settima arte, prima dell’avvento del sonoro, del digitale, del 3D e di moltre altre tecniche che hanno saputo consegnarci lo spettacolo del cinema, c’è stato un cineasta che solo grazie alle espressioni del suo viso ha saputo trasmetterci tutta la magia del grande schermo. Parliamo ovviamente dell’intramontabile Charlie Chaplin e del suo Charlot, tipo universale che ha …

Read More »

Dunkirk e l’ossessione del tempo malefico e imponderabile

dunkirklocandina

Nel 1940, nel pieno della Seconda Guerra Mondiale, 400.000 soldati inglesi si trovano braccati e “imprigionati” sull’isola di Dunkerque in Francia, con la minaccia tedesca incombente e con un’unica possibilità di salvezza: scappare via mare per ricompattarsi come esercito e ripartire all’attacco. Che Christopher Nolan abbia un’ossessione particolare nei confronti del concetto di tempo e che abbia quasi sempre trasposto …

Read More »

Visti, rivisti, da rivedere: Manchester by the sea

manchesterbythesealocandina

Lee Garner lavora come portiere in quattro condomini a Boston dove fa il tuttofare, occupandosi di spalare la neve, di sistemare le tubature rotte, di buttare l’immondizia e di riparare qualsiasi guasto. È un uomo scontroso e solitario, irascibile e poco socievole. Costretto a tornare a Manchester a causa della morte del fratello, dovrà fare i conti con un passato …

Read More »

Passione TV (il cinema nel piccolo schermo) – 13 (Th1rteen R3asons Why)

tredicilocandina

Tredici: un teen drama più adulto e maturo del previsto L’età dell’adolescenza sembra essere davvero un periodo di grandi rivoluzioni e tumulti. Sentiamo ogni giorno casi di cronaca agghiaccianti su omicidi, suicidi, giochi pericolosi di gruppo e si potrebbe continuare con una lista infinita di casistiche legate a questi ragazzini evidentemente alla ricerca di forti sensazioni o di identificazioni. Sarà …

Read More »

Song To Song, la chimera autoreferenziale del maestro del cinema Terrence Malick

songtosonglocandina

La difficoltà di scrivere la recensione di un film di Terrence Malick è direttamente proporzionale all’impossibilità di comprendere fino in fondo le sue opere, oscure e complesse. Proveremo a fare un po’ di chiarezza su Song To Song. Siamo ad Austin, in Texas, realtà dalla rilevante tradizione musicale. È qui, tra ville lussuose e festival musicali, che si svolge l’intreccio …

Read More »

Visti, rivisti, da rivedere – Ghost Dog

ghostdogwhitaker

Sono passati diciotto anni dalla data di uscita di quello che, ancora oggi, probabilmente è il miglior film di un regista molto particolare come Jim Jarmusch. Ghost Dog, nonostante sia una storia di “gangster”, se vogliamo canonica nella sua anima superficiale, riesce a rimanere impresso per una serie di motivi, a partire dall’unicità del protagonista, killer solitario che ama e …

Read More »

Non solo star: Roberto Benigni

robertobenigni

Prima del successo mondiale ottenuto con La Vita È Bella, che gli è valso il premio Oscar, prima delle declamazioni dantesche in tv e a teatro, prima dell’“impegno” politico, c’è stato un Roberto Benigni più clownesco, più fisico, meno intenso se vogliamo, ma più “tangibile”, un Benigni che ci ha fatto poco sognare, ma molto ridere e, seppur con semplicità …

Read More »

Elle, l’audace e irresistibile ribaltamento di ogni morale

ellelocandina

“Volevo fare un film non incasellabile”: queste le parole di Paul Verhoeven in una sua recente intervista e, visto il risultato, possiamo dire con certezza che il regista abbia centrato pienamente il suo obiettivo con Elle. Presentato a Cannes, vincitore di due Golden Globe (Miglior film drammatico e Miglior attrice in un film drammatico), candidato agli Oscar per la categoria …

Read More »