Informativa breve sull' uso di cookie ai sensi del provv n 229/2014 Garante Privacy

Breaking News

9+1=Stile: in passerella con Carlo Alberto Terranova

Logo9piu1ugualeStile9+1=Stile – La moda raccontata da chi la fa

In passerella con CARLO ALBERTO TERRANOVA

1.Chi è Carlo Alberto Terranova?

È un giovane siciliano che alla fine degli anni ’80 decide di lasciare la sua terra per approdare nella capitale. Sogni, speranze e incontri importanti uno fra tutti quello con il Maestro Fausto Sarli, a cui devo tutto.

2.Cos’è per te la moda?

Per me la moda è una forma libera di espressione del mio pensiero; trovo eccitante la trasformazione di una materia prima, come il tessuto, in qualche cosa di unico che possa rendere unica la donna.

3.Cosa proponi di nuovo al mondo della moda?

Un mix tra tradizione sartoriale e praticità senza mai oltrepassare il limite della signorilità. La mia donna è essenziale nello stile ma ricercata, in linea con i criteri del buon gusto.

4.T’ispiri a qualche stilista/designer?  CarloAlbertoTerranovaNEWLAND1

Sì: a Fausto Sarli, grande protagonista del Made in Italy.

5.Quando hai deciso di intraprendere questa professione e chi si rivolge a te?

Come dicevo prima, alla fine degli anni ’80 ho iniziato la mia assidua collaborazione con Sarli, prima coordinando la direzione artistica, alla comunicazione, fino ad arrivare nella stanza più importante che è la creazione della collezione.

Le mie clienti sono tante e variano dalle giovani spose fino ad arrivare a principesse arabe.

6.La tua collezione più bella.

Sicuramente, quella che farò.

7.Il miglior evento di moda a cui hai partecipato.

Per la complessità sicuramente Donna Sotto Le Stelle in Piazza di Spagna a Roma.

CarloAlbertoTerranovaNEWLAND28.I migliori stilisti/designer del panorama odierno.

Seguo e stimo molto Chanel, Prada e Gucci.

9.Infine, un consiglio a chi si affaccia per la prima volta al mondo della moda.

Il mio consiglio è quello che mi ha dato e ho seguito fedelmente il Maestro Sarli: “Non fermarsi mai davanti ad un ostacolo. Se la moda è veramente ciò che si vuole fare nella vita, non bisogna MAI stare a guardare l’orologio”.

+1.Smart question: cosa pensi dei problemi che ha e sta attraversando in questo periodo AltaRoma AltaModa e cosa si potrebbe fare, secondo te, per far prosperare questo evento a cui tu stesso hai partecipato due anni fa?

Resettare tutto. Bisogna far pulizia e affidare l’organizzazione ad un manager privato che a fronte di un investimento monetario deve pretendere un risultato; per noi il suo risultato si trasformerebbe in un rilancio del sistema moda a Roma.

PITIAN

Check Also

design2020c

Design 2020: l’arte di rinnovare casa all’insegna della bellezza e dell’ecologia

La casa è il luogo dove ognuno di noi può staccare la spina, dedicarsi a …

Lascia un commento